POLITICA

Il tour elettorale della leader Fdi nel Ponente ligure

Covid, Meloni attacca: "I negazionisti del virus sono tutti al Governo"

sabato 05 settembre 2020

Giorgia Meloni intervenuta negli studi di Primocanale: "In questi due anni il governo Conte non ha fatto nulla per revocare la concessione ad Aspi e per mettere a gara la concessione secondo regole che possano essere accettabili. Fin dal primo giorno Fratelli d'Italia ha condannato questo modus operandi".


SANREMO - "Sono qui perché credo nel lavoro che abbiamo fatto in questi anni con Giovanni Toti e credo che Giovanni potrà fare ancora meglio nei prossimi cinque anni, se Fratelli D'Italia sarà più forte". Lo ha detto la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni durante un'iniziativa elettorale nel Ponente ligure. "La Liguria storicamente non è una regione di centrodestra, ma è una regione dove abbiamo dimostrato quello che sapevamo fare. Dove possiamo parlare non di quello che faremo ma di quello che abbiamo fatto perché la politica fatta bene, che sa dare risposte, non ha problemi", ha proseguito.

A Sanremo un cronista le chiede se il ricovero di Silvio Berlusconi per un inizio di polmonite dovuta al Covid 19 segni la fine del negazionismo. E la leader di Fratelli d'Italia non ci sta, respinge al mittente qualsiasi accostamento. "Le accuse di negazionismo non le accetto da nessuno e in particolare dalla sinistra, perché ricordo che, quando noi chiedevano di mettere in quarantena chi rientrava dalla Cina, un signore che si chiama Nicola Zingaretti, segretario del Pd, andava in giro a dire che l'unico virus era il razzismo e stava a Milano a prendere l'aperitivo", attacca. "I negazionisti del virus stanno nel governo e sono tutti quelli che non hanno preso disposizioni in tempo", sostiene la presidente di FdI. "Quando noi chiedevamo che il governo si dotasse di mascherine e respiratori Luigi Di Maio, un altro signore molto importante dell'attuale governo, mandava otto tonnellate di dispositivi anti Covid ai cinesi", rincara Meloni.

La leader di Fdi propone poi l'istituzione del Ministero del Mare. "In Italia abbiamo questa risorsa straordinaria che è il mare. E' una delle nostre più grandi infrastrutture e non l'abbiamo mai considerata tale. Una delle nostre proposte è l'istituzione del Ministero del Mare: quindi turismo, pesca e infrastruttura portuale". Nel parlare di economia e ambiente, Giorgia Meloni si fa promotrice di questa proposta. "Vi pare normale che le merci preferiscano circumnavigare l'Europa e andare ad Amsterdam o a Rotterdam, perché con le nostre infrastrutture impiegherebbero più tempo ad arrivare a destinazione? E' una follia. Noi perdiamo 70 miliardi di euro l'anno solo per questa ragione".

"Ciascuno deve fare la sua parte, per i cittadini che vogliono una politica che non si venda al miglior offerente, ma che mantenga gli impegni presi con i cittadini. C'è una politica che pensa solo a se stessa e una politica che viene vista come missione. Facciamo tutti quanti del nostro meglio, con i nostri circoli e le nostre liste piene di persone che credevano in qualcosa. Io non rinuncio a credere che la politica sia un'arte e una missione straordinaria", ha concluso Meloni.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place