SALUTE E MEDICINA

Quasi 600 decessi in Italia

Covid: 1172 nuovi casi in Liguria, 39 morti e 1407 ricoveri

martedė 10 novembre 2020
Covid: 1172 nuovi casi in Liguria, 39 morti e 1407 ricoveri

GENOVA - Sono 39 i nuovi decessi di persone positive al coronavirus registrati nel bollettino odierno diffuso da Regione Liguria. Si tratta di persone morte tra il 1 novembre e ieri, tra i 61 e i 100 anni. I nuovi casi di positività sono invece 1172. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 7.022 tamponi. Scendono i ricoveri ospedalieri: ad oggi sono 1407, meno 72 rispetto a ieri. Dei pazienti ospedalizzati, 92 sono in terapia intensiva. I pazienti guariti sono 769, quelli in isolamento domiciliare 687.

"Nei nostri ospedali e nelle aziende sanitarie sono già entrati 1.114 lavoratori del comparto sanitario, tra cui 421 medici e 261 infermieri, oltre a 432 professionisti tra oss, tecnici di laboratorio, tecnici radiologi". Così il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, facendo il punto sulle assunzioni straordinarie nel sistema sanitario regionale per far fronte alla pandemia, rispondendo in una nota alle proposte delle minoranza in consiglio regionale.

"Entro fine mese si laureeranno 190 infermieri, che assumeremo in toto. Intanto, l'ospedale San Martino ha già proceduto all'assunzione di 180 infermieri, 34 anestesisti, da domani entreranno in servizio sei internisti a tempo determinato, da giovedi' sei operatori sociosanitari dall'Evangelico e da lunedi' ulteriori 21 specializzandi del penultimo e ultimo anno". Da Toti, "a tutti loro e a tutto il personale sanitario che da mesi è in servizio con straordinaria abnegazione e senso del dovere, non solo il mio personale ringraziamento, condiviso da tutta la giunta, ma la promessa di un riconoscimento concreto del loro grande impegno in prima linea per salvare vite".

Toti ha spiegato che "il criterio prudenziale deve prevalere su tutto, il grido di dolore dei medici indubbiamente esiste, i nostri ospedali stanno faticando, quindi facciamo queste due settimane di zona arancione e vediamo di dare il nostro contributo a raffreddare l'epidemia in Italia, va benissimo così". Poi aggiunge: "I nostri numeri non sono diversi da quelli di venerdì, la decisione del governo è stata diversa su dati sostanzialmente simili. Ma al di là del mio accordo o disaccordo credo che il criterio di prudenza in questi casi debba sempre prevalere come il criterio di leale collaborazione istituzionale specie nel mare in tempesta". Toti sa che "saranno sicuramente due settimane difficili, mi auguro che stavolta i ristori promessi dal governo non arrivino come l'altra volta dopo e male ma arrivino subito in modo efficace ed efficiente a sostegno delle imprese".

I CASI IN ITALIA. Sono 35.098 i nuovi casi di coronavirus in Italia a fronte però di più di 217 mila tamponi. Record di decessi, 580 morti in 24 ore che riporta ai numeri del momento piu' critico della prima ondata. Sono questi i dati contenuti nel bollettino del Ministero della Salute sull'emergenza Covid-19. I nuovi dimessi/guariti sono 17.734, mentre le persone attualmente positive nel Paese sono 590.110 con un incremento di 16.776. I ricoverati con sintomi sono 28.633 (+997 rispetto al giorno precedente) dei quali 2.971 (+122) nelle terapie intensive. In isolamento domiciliare si trovano in 558.506. La regione con maggiore incremento e' la Lombardia (10.955), seguita da Piemonte (3.659) e Veneto



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place