POLITICA

In questi anni la Regione ha lavorato per aiutare concretamente le botteghe di paese"

Coronavirus, Costa: “Piccole botteghe dell’entroterra da preservare”

lunedì 30 marzo 2020
Coronavirus, Costa: “Piccole botteghe dell’entroterra da preservare”

LA SPEZIA - “Presidi fondamentali nell’emergenza: in questo periodo drammatico assistiamo al riscatto delle piccole botteghe di paese” ne è fermamente convinto Andrea Costa, leader di Liguria Popolare e consigliere regionale, che ricorda proprio come la Regione abbia lavorato per sostenere queste piccole realtà economiche e di aggregazione sociale. “In questi anni la Regione ha lavorato per aiutare concretamente le botteghe di paese – dice - con una Legge che prevede di dare loro finanziamenti . Lo abbiamo fatto perché convinti dell’importanza di creare le condizioni affinché un piccolo negozio di paese potesse rimanere aperto, consapevoli che questo significa anche mantenere un presidio sul territorio, sostenere un luogo di aggregazione e far sì che quell’area dell’entroterra non muoia, riconoscendo quindi alla bottega un ruolo che va ben oltre il semplice ambito economico”.

Un punto di vista che emerge in tutta la sua chiarezza proprio nel pieno dell’emergenza sanitaria in corso. “Oggi più che mai ci rendiamo conto di quanto fosse giusta quella scelta - aggiunge il consigliere regionale di Liguria Popolare Andrea Costa -: basti pensare a quanto sarebbe difficile oggi gestire questa emergenza se nei nostri borghi e nel nostro entroterra non ci fossero più le botteghe di paese”. “In questo momento drammatico riusciamo a riscoprire il valore e il senso di questi presidi e dell’importanza di un sostegno concreto da parte della politica – sottolinea il presidente di Liguria Popolare Andrea Costa -. Assistiamo alla rivincita delle botteghe sulla grande distribuzione: per anni abbiamo pensato che quest’ultima fosse la soluzione a tutti i problemi, oggi invece ci accorgiamo di come la presenza capillare su tutto il territorio dell’entroterra ci possa permettere di gestire situazioni drammatiche, come quella attuale, e di fornire un servizio ai cittadini che hanno deciso di vivere e di restare nell’entroterra”.

“Certi già da tempo dell’importanza del nostro entroterra noi di Liguria Popolare prima dell’emergenza sanitaria stavamo lavorando per predisporre una legge per valorizzare e sostenere quelle persone e quelle attività che decidono di vivere e di investire nelle aree rurali, consapevoli che questo significa rendere il territorio più sicuro dal punto di vista idrogeologico. Non appena finita l’emergenza torneremo a impegnarci su questa strada”, conclude Costa.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place