SALUTE E MEDICINA

Atteso il provvedimento per Roberto Santi da parte dell'Ordine dei Medici in 15-30 giorni

Certificati facili, dopo il caso del medico di Chiavari la Procura indaga su altri casi

di Eva Perasso

giovedý 23 settembre 2021



GENOVA -  Si allarga l'indagine, partita dal medico Roberto Santi, sui certificati facili per l'esenzione dalla vaccinazione anti covid e dall'uso della mascherina in Liguria.

Dopo il provvedimento disciplinare dell'Ordine dei Medici verso Santi - di cui ancora non si conosce il grado di gravità e che arriverà non prima di 15-30 giorni - è la Procura genovese a raccogliere informazioni sui certificati medici a firma di dottori che in accordo coi pazienti si sono prestati a dichiarare il falso.

Secondo la Procura infatti il caso di Santi, medico di Asl4 sotto la lente della commissione dell'Ordine dei medici genovese composta da 12 specialisti, non sarebbe isolato: falso ideologico e falso materiale sono le accuse di cui potrebbero rispondere altri medici dopo di lui. Colpevoli di essersi accordati con i pazienti per "salvarli" dalla vaccinazione e dall'obbligo di green pass, mettendo dunque in pericolo la salute dei pazienti stessi e di chi entra in contatto con loro.

Per Santi la posizione potrebbe essere particolarmente grave, sia dal punto di vista deontologico sia dal punto di vista penale: le segnalazioni di certificati fasulli non arrivano solo dall'area genovese ma da tutta Italia. Certificati a pagamento, compilati e firmati dallo stesso medico già noto per le sue campagne sulle cure non convenzionali per il covid, come quelle a base di somministrazione di vitamina C.



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place