CRONACA

Domani partiranno anche i lavori sull'Aurelia per il consolidamento della scarpata

Cantieri sulla A10 e a Capo Noli: estate a rischio, insorge il comparto turistico

di l.m.

domenica 18 aprile 2021

Mattia Fiorini esprime preoccupazione per i prossimi mesi: "Con i sindaci del territorio chiediamo che Autofiori e Anas rivedano un protocollo condiviso per non penalizzare l'estate ligure".


SAVONA - L'incubo dei disagi alla viabilità si sdoppia tra Spotorno e Finale Ligure. Da un lato i lavori sulla A10 Savona-Ventimiglia proseguiranno con restringimenti e scambi di carreggiata, scanditi dalla chiusura dei caselli di Spotorno e Finale Ligure per dieci notti (dalle 22 alle 5) a partire da lunedì 19 aprile, dall'altra ci sarà il maxi cantiere sul versante di Capo Noli, con senso unico alternato sull’Aurelia fino al 15 luglio. Il cantiere sarà attivo dalle 8 alle 18 dei giorni feriali e verrà 'chiuso' nei fine settimana.

Il mondo del turismo è insorto e chiede spiegazioni sull'infelice scelta delle tempistiche di intervento. Un duro colpo anche per i comuni, alle prese con il traffico pesante riversato sulla viabilità ordinaria. "Una volta superati i dieci giorni di chiusura notturna del tratto tra Spotorno e Finale Ligure resteranno attivi diversi cantieri. Uno scenario a cui purtroppo ci siamo abituati. In questa situazione e con il cantiere di Capo Noli che obbliga il senso unico alternato, un incidente significherebbe paralisi totale. Non solo code, ma anche pericolo, perché in una situazione di emergenza i mezzi di soccorso avrebbero difficoltà a transitare" commenta il sindaco di Spotorno Mattia Fiorini.

"Il tempo stringe. Non appena ci si potrà spostare tra comuni e regioni, si ripresenterà il problema del traffico. Comprendo perfettamente le preoccupazione del comparto turistico: non abbiamo le forze per affrontare una nuova estate da bollino rosso, non durante l'emergenza. Le persone dovranno poter raggiungere la Liguria velocemente e in sicurezza. Pertanto con i colleghi di Finale Ligure e Noli abbiamo chiesto ad Anas di studiare un piano coordinato con Autofiori per non creare ulteriori disagi", conclude il primo cittadino.

Immediata la presa di posizione della politica regionale. "Tutto il sistema di interventi di manutenzione andrebbe programmato con maggiore preavviso. Non è possibile avere due cantieri contemporaneamente, uno sull'Aurelia e uno sulla A10. Inoltre le strade provinciali non sono adatte al passaggio di centinaia di mezzi pesanti. È altrettanto singolare che il tavolo di discussione sia stato aperto a una manciata di giorni dall'inizio dei lavori e su richiesta di Anas" commenta il consigliere regionale Roberto Arboscello (Pd), che presenterà una interrogazione per il prossimo consiglio regionale, per far luce sulle esigenze delle categorie a rischio. 

Il programma di Anas prevede l’esecuzione di interventi di consolidamento della scarpata posta a monte della statale attraverso la rimozione di vecchia rete esistente, la posa di nuova rete zincata e in alcuni tratti la posa in opera di nuove barriere paramassi ad alto assorbimento di energia. Gli interventi dureranno sino al 29 luglio, ma il senso unico alternato dovrebbe interrompersi entro il 15 dello stesso mese. Dopo la pausa di agosto, il cantiere riprenderà sull'Aurelia a metà settembre. 



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place