PORTI E LOGISTICA

Il primo cittadino vuole raddoppiare i traffici del porto di Genova

Bucci: "Genova porta d'Europa". Ma senza grandi opere Ŕ un obiettivo impossibile

di Matteo Cantile

venerdý 11 ottobre 2019
Bucci:

GENOVA - “Il porto di Genova può raddoppiare i traffici se sarà in grado di servire il mercato del nord Italia, della Svizzera e parte della Germania meridionale”: lo ha dichiarato il sindaco della città, Marco Bucci.

Il primo cittadino ha definito l’obiettivo “possibile”, confermando che Genova vuole andare in questa direzione. Un piano intelligente che, però, dipenderà quasi totalmente dal livello delle infrastrutture disponibili attorno al porto, in particolare quelle ferroviarie.

La Svizzera, infatti, ha puntato tutto sul treno lanciando il progetto Alp Transit ed è con questo mezzo di trasporto che il suo mercato intende essere servito. Con la nuova galleria di base del Gottardo e quella sotto il monte Ceneri (che sarà aperta entro la fine del 2020), il centro Europa dispone di un collegamento quasi totalmente pianeggiante, capace di ospitare treni ad alta velocità e ad alta capacità. Un vantaggio innegabile che per il porto di Genova, però, può rappresentare un serio freno ai piani di sviluppo.

Senza il Terzo Valico, il completamento del nodo ferroviario di Genova e senza il quadruplicamento della Tortona – Milano, non solo diventerà più difficile centrare gli obiettivi di crescita auspicati dal sindaco ma sarà anzi plausibile una perdita di competitività. Attraverso Gottardo e Ceneri, infatti, sarà più facile e veloce per i porti del northern range far fluire merci nel e dal nord Italia (il mercato di riferimento del nostro porto).

Marco Bucci è ben consapevole della condizione (tra l’altro inevitabile, tra la fine del Ceneri e il completamento del Terzo Valico ci sarà necessariamente una pericolosa forbice di qualche anno) e per questo ha ricordato la centralità della grandi opere: “Diga, Terzo Valico e Gronda sono imprescindibili”, ha dichiarato. “C’è un miliardo di Euro da spendere in investimenti – ha ricordato Bucci – ma se Genova vuole davvero essere la porta di accesso meridionale al mercato dell’Europa occidentale serve un impegno serio da parte di tutti”.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place