SALUTE E MEDICINA


Bambina salvata al Gaslini, il ministro Grillo: "Queste le eccellenze che dobbiamo difendere"

mercoledý 27 marzo 2019
Bambina salvata al Gaslini, il ministro Grillo:

GENOVA - "Complimenti all'equipe del Gaslini di Genova perche', con un intervento ad alta complessita', ha consentito a una bimba che non poteva fare il trapianto di recuperare la funzione polmonare. Queste sono le eccellenze che dobbiamo difendere. Auguro alla piccola un futuro splendido". Cosi' il ministro della Salute Giulia Grillo ha commentato la notizia del primo autotrapianto polmonare al mondo di un paziente pedriatico, realizzato con successo all'ospedale pediatrico Gaslini di Genova.

Per salvare la bambina di dieci anni, affetta da cardiopatia congenita e grave malformazione polmonare,sono stati necessari quattro interventi innovativi ad altissima complessità eseguirti da una equipe medica multidisciplinare dell'ospedale Gaslini. Dopo 75 giorni vissuti collegata all'ECMO, un dispositivo salvavita che sostituisce la funzione di cuore e polmoni, la bambina è tornata a casa con la prosettiva di poter riprendere a crescere e portare avanti una vita normale. 

Il ringraziamento all'equipe medica è arrivato anche dal governatore della Regione Liguria Giovanni Toti e dall'assessore regionale alla Salute Sonia Viale. "Grazie all'ospedale Gaslini per aver salvato la vita a una bambina affetta da cardiopatia congenita e grave malformazione polmonare, realizzando per la prima volta un autotrapianto polmonare. Ora la piccola sta bene".

"L'orgoglio - sottoline Viale - è di avere sul nostro territorio un'eccellenza come il Gaslini, che si conferma ancora una volta un punto di riferimento nazionale e internazionale".


Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place