CRONACA

Potrebbe essere limitato l'uso del vaccino escludendo alcune categorie

AstraZeneca rallenta la consegna delle dosi, mentre si attende il verdetto dell'Ema

di s.i.

martedý 06 aprile 2021
AstraZeneca rallenta la consegna delle dosi, mentre si attende il verdetto dell'Ema

GENOVA - Mentre in queste ore si torna a discutere sul vaccino AstraZeneca e sarà l'Ema entro mercoledì o giovedì a dare eventuali indicazioni ulteriori, dall'azienda anglo svedese è arrivato l'annuncio che arriverà solo la metà delle dosi previste in consegna in Italia per il 14 aprile. Arriveranno infatti 175mila dosi di vaccino e non le 340mila previste. Lo fanno sapere dalla struttura del Commissario per l'emergenza sottolineando che l'azienda ha già comunicato che il 50% di dosi mancanti verrà distribuito in Italia assieme alle consegne previste per il 16 e il 23 aprile.

L'Ema, ha spiegato il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, potrebbe "individuare dei sottogruppi di popolazione che presentano un comun denominatore per un maggiore livello di rischio, e valutare il rapporto causa-effetto in tali gruppi" in relazione agli eventi trombotici rari che sono stati segnalati. Quanto alla possibilità che l'Ema arrivi quindi a limitare l'uso del vaccino escludendo alcune categorie, ciò, ha sottolineato Sileri, "rientra nei processi di farmacovigilanza ed è già successo per tanti altri farmaci, a partire dall'aspirina, per la quale a partire dagli anni '80 è stato posto un limite d'uso per la fascia dei bambini sotto i 12 anni per alcuni eventi avversi".

Intanto in Liguria sono arrivate 53.820 mila dosi di Pfizer che verranno ripartite tra le varie Asl. Continuano a spron battuto le vaccinazioni, nelle ultime 24 ore sono state somministrate 6.965 dosi di Pfizer e Moderna, a cui si aggiungono 1.406 dosi di AstraZeneca. Al via anche le prenotazioni per i 43 mila disabili liguri, sempre sul portale online http://prenotovaccino.regione.liguria.ito in alternativa al numero verde 800.938.818. 



I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place