CRONACA

Il sindaco Gambino: "L importante Ŕ che i lavori vengano fatti"

Arenzano, lavori alla ferrovia: le notti insonni dei residenti tra rumore e caldo

di Andrea Popolano

giovedý 06 agosto 2020
Arenzano, lavori alla ferrovia: le notti insonni dei residenti tra rumore e caldo

ARENZANO - "Se i lavori sono da fare e servono alla sicurezza di dove passano i treni, l'importante è farli, che sia agosto o ottobre". Il sindaco di Arenzano Luigi Gambino è chiaro: prima di tutto la sicurezza ma con un'attenzione anche al rispetto delle norme sull'inquinamento acustico. Da settimane i residenti delle abitazioni di Arenzano che si affacciano lungo la ferrovia lamentano i rumori notturni che disturbano il sonno. Si tratta di operazioni che hanno il fine di mettere in sistemare e rimettere a nuovo le traversine dei binari.

I lavori vengono compiuti di notte perché il momento della giornata dove passano meno treni. Ma soprattutto sui social alcuni che abitano nei palazzi vicini hanno fatto partire le lamentele (GUARDA QUI IL VIDEO). Nelle notti d'estate infatti si lasciano le finestre aperte e prendere sonno con il rumore dei macchinari al lavoro non è proprio compito facilissimo. Qualcuno ha la fortuna di avere il climatizzatore e allora per lui si può in un colpo solo solo tenere la finestra chiusa e avere il fresco in casa, per gli altri c'è da scegliere.

LE LAMENTELE DEI CITTADINI - Ma sugli stessi social il dibattito è acceso. Sulla pagina del gruppo Facebook 'Sei di Arenzano se...' c'è chi sottolinea l'importanza che i lavori tra la galleria ferroviaria di Arenzano e Cogoleto vengano fatti, chi invece vorrebbe vengano spostati più avanti nel tempo, quando il clima permetterà di tenere le finestre chiuse. "La manutenzione va fatta altrimenti le conseguenze sappiamo bene quali potrebbero essere..." scrive Anna. Sulla stessa lunghezza d'onda Marco che commenta: "Un po di disagio ma almeno le infrastrutture sono manutenute". Azzurra invece spiega che "nessuno mette in dubbio la necessità dei lavori ma sicuramente il modo di lavorare. Delle barriere per il rumore non dovrebbero essere fantascienza e sicuramente aiuterebbero un po' anche quelli che devono andare a lavorare con mesi di insonnia sulle spalle a questo punto". E c'è anche chi come Danila anche con la finestra ben chiuse sente perfettamente il rumore che arriva dalla ferrovia.

Per quanto riguarda la durata dei lavori al Comune di Arenzano è arrivata la comunicazione che le operazioni sarebbero durate 180 giorni a partire dal 22 giugno, quindi il termine segnato nel calendario è quello di fine dicembre. Ma ovviamente il problema maggiore sembra essere adesso, quando le temperature impongono di tenere le finestre aperte.

Il sindaco Gambino capisce la difficoltà di alcuni residenti del suo comune ma sa anche che i lavori portati avanti da Rfi sono fatti per la sicurezza. E allora il primo cittadino dopo aver parlato con alcuni residenti ha deciso di inviare una lettera al responsabile di Rfi chiedendo "una attenzione maggiore nel rispetto dei limiti acustici consentiti". La lettera è del 3 agosto, al momento non è ancora arrivata una risposta. Qualcuno tra i cittadini chiedeva anche l'intervento di Arpal per verificare che le soglie di rumore consentite dalla legge non siano state superate. La normativa prevede che siano i Comuni ad attivare questa richiesta. A quel punto, una volta chiamati in causa, sono i tecnici di Arpal che partecipano all'esecuzione dei controlli, all'effettuazione di campagne di misura, alla redazione di pareri sui documenti tecnici. Al momento però nessuna richiesta è stata fatta.

LA LEGGE SULL'INQUINAMENTO ACUSTICO - La Legge quadro sull’inquinamento acustico n. 447 /95 all'articolo 4 stabilisce dei limiti massimi per i rumori percepiti all’interno delle abitazioni. Questi consistono nella differenza in decibel tra i rumori di immissione (Con i lavori) e il rumore presente senza l’immissione (senza i lavori). Questi limiti sono 5 Decibel di giorno (dalle ore 6 alle ore 22) e 3 Decibel di notte (dalle 22 alle 6). Ma questi sono limiti generici. Infatti la legge cambia in caso di finestre aperte, ovvero il caso degli abitanti vicino alla ferrovia di Arenzano. E' ritenuto trascurabile il rumore inferiore a 50 dBA durante il giorno ed a 40 dBA durante la notte. Mentre a finestre chiuse, il rumore inferiore a 35 dBA durante il giorno ed a 25 dBA durante il la notte. 

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place