CRONACA

Gli aggiornamenti live sulla situazione del tempo

Allerta arancione sulla Liguria, vento e pioggia: Primocanale in diretta

giovedì 24 ottobre 2019
Allerta arancione sulla Liguria, vento e pioggia: Primocanale in diretta

GENOVA - E' scattata a mezzanotte l'allerta arancione per temporali su tutta la Liguria. L'ondata di maltempo è arrivata nella notte con pioggia e vento. Primocanale segue l'evoluzione del meteo a partire dalle 6 del mattino, con inviati in tutte le province della regione e con aggiornamenti in tempo reale, informazioni sulle disposizioni e il monitoraggio delle condizioni di rivi, torrenti e strade. La diretta riprende alle ore 12 (GUARDA QUI)

GLI AGGIORNAMENTI: 

ORE 9.55 -  La strada del Colle della Maddalena, che collega la provincia di Cuneo alla Francia, tra Cuneo e Barcelonette, e prossima al confine con la provincia di Imperia, è stata chiusa per alcune ore in territorio francese la scorsa notte per una frana in località La Condamine. La viabilità è stata ripristinata verso le 7.

ORE 9.45 - Continuano in provincia di Alessandria i monitoraggi del territorio di protezione civile, forze dell'ordine e amministrazioni locali per il Maltempo. A causa dell'alluvione che ha colpito la zona due giorni fa i centri operativi misti sono in funzione nelle aree più colpite, dalla Val Lemme - al confine con la Liguria - fino al Tortonese. La protezione civile segnala in totale 16 persone evacuate ad Arquata Scrivia in frazione Rigoroso; 43 persone a Gavi; 4 a Mornese, 4 a Parodi Ligure, 52 a Castelletto d'Orba, 2 persone a Carrosio e altrettante a Novi Ligure. In diverse localita' dell'Alessandrino le scuole restano chiuse. Lezioni sospese fino a lunedì a Castelletto d'Orba e Gavi; a Novi Ligure oggi e venerdi' 25 ottobre; solo oggi a Serravalle Scrivia, Arquata Scrivia, Silvano d'Orba, Molare e Ovada

ORE 9.00 - "Notte di piogge in Liguria: la perturbazione ha attraversato la nostra Regione da Ponente a Levante, dove si trova attualmente, con piogge diffuse ma di intensità fortunatamente non molto forte. Continuiamo a monitorare la situazione e non abbassiamo la guardia perchè le condizioni atmosferiche sul Mar Ligure sono tali da poter generare nuovi temporali ancora per il resto della giornata sul nostro territorio, già duramente provato dal maltempo dei giorni scorsi". Così su Facebook il governatore della Liguria, Giovanni Toti. "In mattinata - prosegue Toti - dalla sala operativa della Protezione civile vi aggiorneremo in diretta sull’evolversi dell’allerta arancione ed eventuali criticità. Grazie ai nostri previsori, ai volontari e a tutte le persone che anche questa notte sono state sveglie per vigilare sulla situazione".

ORE 8.10 - Federico Grasso di Arpal aggiorna sulla situazione meteo in Liguria: "Dalla Sardegna e dalla Corsica si stanno generando delle celle temporalesche che risalgono verso il Mar Ligure, sono strutture organizzate e molto potenti che attualmente stanno scaricando i loro effetti sul mare, ma vanno seguite con molta attenzione. Potrebbero sciogliersi o disgregarsi prima di arrivare sulla costa oppure potrebbero anche rinvigorirsi e quindi dare luogo a precipitazioni molto intense e con folate molto forti. Sta continuando a piovere in modo debole ma costante, Centro e Levante della Liguria sono le due porzioni della regione più soggette alla pioggia".

ORE 7.40 -  Il consigliere delegato alla Protezione civile del Comune di Genova Sergio Gambino fa il punto sulla situazione: "La notte è andata via tranquilla, ha iniziato a piovere in città solo alle 4,30 di notte, per questo abbiamo deciso di tenere le scuole aperte. Prevediamo piogge diffuse ancora per un paio di ore, ma fortunatamente non ci sono temporali. Polemiche da parte dei sindaci di vicini? Io non la comprendo. Noi abbiamo l'obbligo di garantire i servizi ai nostri cittadini, se decidiamo di tenere le scuole aperte è perchè siamo sicuri. Quei genitori che hanno difficoltà a trovare soluzioni possono comunque mandare i figli a scuola, chi invece non se la sente può tenerli a casa. Nelle prossime ore è prevista pioggia diffusa ma assenza di temporale. Su altri fronti ci sono diverse situazioni su cui stiamo lavorando, la situazione più problematiche è San Carlo di Cese dove c'è la frana ma speriamo di liberare tutto al più presto, per il resto non ci sono altre criticità, i rivi e i torrenti sono tutti ben al di sotto dei livelli di guardia. Per quanto riguarda San Carlo di Cese la frana è in via Carpenara. Se entro oggi non riusciremo a liberare la strada cercheremo di predisporre insieme al Miur una navetta ad hoc per permettere ai ragazzi che abitano lì di non perdere un altro giorno di scuola. In salita Briscata a Sestri Ponente la situazione è più complessa, i lavori inizieranno a brevissimo, è già stata incaricata la dita ma si prevede un mese e mezzo di lavoro".

ORE 6.25 - Anas ha confermato la chiusura della Strada Statale n°1 Aurelia in località Pizzo ad Arenzano.

ORE 6.00 - Situazione meteo: Il fronte in arrivo dalla Francia sta interessando la Liguria dalla tarda serata di ieri con rovesci o temporali moderati e cumulate puntualmente elevate nel ponente (27 mm/1h e 48.8 mm/6h a Testico, 53.8 mm/12h a Colle d'Oggia). Attualmente la perturbazione nel suo movimento verso Levante ha raggiunto il centro della regione dove sono in atto rovesci fino a moderati.

Una struttura temporalesca più organizzata è presente sulla Corsica settentrionale. I livelli idrometrici nei principali corsi d'acqua sono rimasti sostanzialmente stabili, o mostrano in queste ore innalzamenti che non raggiungono tuttavia i livelli di piene rive.

I venti sono moderati o localmente forti settentrionali a Ponente, in parziale attenuazione nelle ultime due ore, mentre su Centro-Levante soffiano da Est/Sud-Est con intensità fino a forte, localmente burrasca sui rilievi (raffica massima 96 km/h a Fontana Fresca). 

L'ALLERTA METEO NEL DETTAGLIO:

· Ponente regionale fino Noli (zona A): ARANCIONE fino alle 15 di domani, giovedì 24 ottobre, poi gialla fino a mezzanotte

· Centro da Noli a Portofino ed entroterra di ponente dalla val Bormida alla valle Stura (zone B-D): ARANCIONE fino alle 18 di domani, giovedì 24 ottobre, poi gialla fino a mezzanotte

· Levante regionale da Portofino ed entroterra dalla valle Scrivia a levante (zone C-E): ARANCIONE fino alle 18 di domani, giovedì 24 ottobre, poi gialla fino a mezzanotte.

TRENI E DISAGI - La nuova ondata di maltempo rischia di causare qualche disagio a chi viaggia in treno. Per questo motivo, Ferrovie dello Stato consiglia, prima di mettersi in viaggio, di registrarsi al servizio smart caring tramite app Trenitalia per ricevere in tempo reale info sul proprio treno e sulla circolazione ferroviaria. E' inoltre possibile contattare il Call Center gratuito 800 892 021 e consultare la sezione infomobilità e il sito web viaggiatreno.it, oltre ai canali social del Gruppo FS Italiane: twitter @fsnews_it; @lefrecce.

LA SITUAZIONE TRENI - Programma dei servizi per oggi 24 ottobre:

Treni cancellati:

R 6051 Acqui Terme (5:20) - Genova Brignole (6:51)

R 6055 Acqui Terme (7:03) - Genova Brignole (8:36)

R 6058 Genova Brignole (11:12) - Acqui Terme (12:39)

Treni parzialmente cancellati:

R 6053 Acqui Terme (6:04) - Genova Brignole (7:37): limitato a Ovada (6:25)

R 6050 Genova Brignole (6:05) - Acqui Terme (7:28): origine da Ovada (7:07)

R 6057 Acqui Terme (7:40) - Genova Brignole (8:53): limitato a Ovada (7:54)

R 6052 Genova Brignole (7:05) - Acqui Terme (8:35): origine da Ovada (8:10)

R 6059 Acqui Terme (9:17) - Genova Brignole (10:52): limitato a Ovada (9:38)

R 6054 Genova Brignole (9:09) - Acqui Terme (10:35): origine da Ovada (10:14)

R 6061 Acqui Terme (11:17) - Genova Brignole (12:49): limitato a Ovada (11:38)

R 6056 Genova Brignole (10:12) - Acqui Terme (11:39): origine da Ovada (11:18)

R 6063 Acqui Terme (12:17) - Genova Brignole (13:49): limitato a Ovada (12:38)

R 6060 Genova Brignole (12:12) - Acqui Terme (13:39): origine da Ovada (13:18)

R 6065 Acqui Terme (13:17) - Genova Brignole (14:49): limitato a Ovada (13:38)

R 6062 Genova Brignole (13:12) - Acqui Terme (14:39): origine da Ovada (14:18)

R 6067 Acqui Terme (14:17) - Genova Brignole (15:51): limitato a Ovada (14:38)

R 6064 Genova Brignole (14:12) - Acqui Terme (15:39): origine da Ovada (15:19)

R 6069 Acqui Terme (16:17) - Genova Brignole (17:51): limitato a Ovada (16:38)

R 6066 Genova Brignole (16:12) - Acqui Terme (17:39): origine da Ovada (17:18)

R 6071 Acqui Terme (17:17) - Genova Brignole (18:49): limitato a Ovada (17:38)

R 6070 Genova Brignole (18:12) - Acqui Terme (19:39): origine da Ovada (19:19)

R 6073 Acqui Terme (18:17) - Genova Brignole (19:51): limitato a Ovada (18:38)

R 6068 Genova Brignole (17:13) - Acqui Terme (18:39): origine da Ovada (18:18)

R 6072 Genova Brignole (19:12) - Acqui Terme (20:39): origine da Ovada (20:18)

R 6074 Genova Brignole (20:35) - Acqui Terme (22:02): origine da Ovada (21:43)

R 6075 Acqui Terme (20:40) - Genova Brignole (22:06): limitato a Ovada (21:00)

LE PREVISIONI METEO ARPAL

GIOVEDÌ 24 OTTOBRE: Il passaggio di una potente perturbazione porta condizioni di severo maltempo. Segnaliamo fin dalle prime ore della notte temporali forti anche organizzati che interesseranno diffusamente la Liguria estendendosi dal Ponente al Centro val Bormida e valle Stura compresa alle zone di Levante (CE); possibili locali fenomeni forti anche nel pomeriggio in particolare sul Centro-Levante e nelle valli dell'entroterra. Quantitativi cumulati di pioggia elevati su tutte le zone. Mare molto mosso o localmente agitato sul Ponente. Venti rafficati e forti 50-60km/h da Nord su Ponente e valli Bormida e Stura, da Sud-Est sul Centro e valli d'Aveto, Trebbia e Scrivia; di burrasca 60-70km/h da Sud-Est sul Levante.

VENERDÌ 25 OTTOBRE: Precipitazioni residue di debole intensità in esaurimento nelle prime ore della notte. Venti da Nord localmente forti (50-60km/h) e rafficati sul Ponente, Centro e valli Bormida e Stura .

ALLERTA IN MOLTE REGIONI - L'avviso prevede precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, anche di forte intensità, prima su Liguria, Piemonte, Valle D'Aosta, Lombardia ed Emilia Romagna occidentale per poi estendersi su Toscana, Lazio e Umbria. E' stata valutata quindi allerta arancione su Liguria e su parte di Lombardia, Piemonte e Toscana. Valutata, inoltre, allerta gialla su Lazio, Umbria e Valle D'Aosta, su ampi settori della Sardegna, su parte dell'Emilia Romagna, della Sicilia e sul restante territorio di Toscana, Lombardia e Piemonte. Il rischio di frane e piene dei corsi d'acqua riguarda in particolare le valli torinesi e cuneesi Orco, Lanzo, Susa, Sangone, Chisone, Pellice e Po e, a sud della regione, Belbo e Bormida, tra le province di Asti, Alessandria e Cuneo, in quest'area sopratutto a causa dell'alluvione di inizio settimana che ha già provocato pesanti danni.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place