CRONACA


"Superficiali, sciatti, guidati dal profitto": Castellucci rischia 10 anni ad Avellino ma tratta ancora su Genova

giovedý 11 ottobre 2018



GENOVA - "Tutto questo non sarebbe successo, se solo Autostrade per l'Italia avesse adempiuto correttamente ai suoi obblighi contrattuali": non è una frase pronunciata da uno sfollato o da un parente delle vittime della strage di ponte Morandi, anche se potrebbe sembrarlo. E' un passaggio della requisitoria di Rosario Cantelmo, il procurature che sta lavorando a un altro disastro autostradale, la tragedia sul viadotto Acqualonga, sulla A16 nei pressi di Avellino, nella quale morirono 40 persone a bordo di un pullman turistico. Per questo evento la procura ha chiesto una condanna a dieci anni per l'amministratore delegato di Autostrade Giovanni Castellucci. 

"Sciatteria e superficialità", ha scritto Cantelmo, che definisce il comportamento di Aspi basato esclusivamente sulla "logica del profitto": il procuratore ha aggiunto che gli imputati hanno scelto il "negazionismo, rimpallando le responsabilità, sembra che nessuno sapesse nulla di Acqualonga".

Il pesantissimo giudizio sul comportamento di Autostrade per l'Italia, dunque, si allarga ad altri fatti: anche sulla A16 emergono le stesse tragiche considerazioni che si fanno a Genova da quasi due mesi. 

Ad Acqualonga il 28 luglio del 2013 morirono 40 persone: i passeggeri del pullman stavano rientrando da Pieltrelcina, dopo un pellegrinaggio nei luoghi di Padre Pio, ed erano diretti in provincia di Napoli. L'incidente, ricostruito dalla polizia, è avvenuto a causa di un guasto all'impianto frenante del bus, che è andato a impattare contro un new jersey di protezione sul viadotto: il muretto ha ceduto nello schianto e il pullman è precipitato da un'altezza di trenta metri. 

Secondo l'accusa formulata a Castellucci e altri dirigenti di Autostrade, è la scarsa manutenzione anche dello stesso new jersey ad avere provocato la strage. 

Nel frattempo è aperta l'inchiesta sul crollo di ponte Morandi al tribunale di Genova: anche in Liguria Aspi sta cercando di minimizzare le proprie responsabilità in quello che i genovesi stanno cominciando a considerare un odioso scaricabarile. La giustizia, anche qui, farà di certo il suo corso. 


Commenti


I NOSTRI BLOG

zeneize tomorrow
Grif House
Samp Place