CRONACA

Nella fuga ha lasciato il cellulare e cos ha deciso di tornare indietro

"Scusi, la borsa mia, mi ridia lo smartphone" arrestata una ladra di profumi imprudente

sabato 16 marzo 2019

GENOVA -  "Scusi, la borsa è mia, mi ridà il telefono". Se sia andata esattamente così non lo sappiamo. Certo è che la necessità di recuperare uno smartphone è costato caro a una ragazza di 27 anni di origine marocchine.

Venerdì pomeriggio insieme a un uomo la giovane è entrata in una profumeria di via San Vincenzo, nel centro di Genova. Senza farsi notare i due hanno riempito la borsa nascondendo, senza farsi notare, all'interno circa 300 euro di prodotti. Arrivati vicino all'uscita però si sono messi a correre, tra lo stupore delle altre persone presenti in quel momento nel negozio. Ma mentre l'uomo è riuscito a dileguarsi la ladra è stata parzialmente bloccata da una commessa aiutata da un'altra cliente. La 27enne però è riuscita comunque a sfuggire alla presa e così si è data anche lei alla fuga. Ma per forza di cose ha dovuto lasciare la borsa al cui interno si trovava, oltre ai profumi che voleva rubare, anche il personale cellulare.

Nel frattempo i commessi del negozio hanno chiamato la polizia per fare denuncia. Ma quello che non ti aspetti succede poco dopo. La giovane dopo qualche metro di fuga, all'improvviso si ferma e decide di tornare indietro. Una volta rientrata nel negozio ha preteso di riavere il telefono cellulare che aveva lasciato nella borsa. Una sfacciataggine che le è costata l'arresto. La polizia infatti era ormai giunta sul posto che così ha definitivamente bloccato la 27enne.

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place