CRONACA

Incontro con tutti i firmatari dell'appello al Governo

Liguria isolata, convegno a Terrazza Colombo. Toti: "A fine febbraio il Genova-Milano veloce"

12/01/2018 ore: 15.24

Liguria isolata, convegno a Terrazza Colombo. Toti:

GENOVA - “Il collegamento veloce Genova-Milano partirà ufficialmente la settimana che inizia il 26 febbraio, il giorno esatto però deve essere ancora stabilito” è questa la notizia data dal presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel corso del convegno di Terrazza Colombo dove si è parlato dell’isolamento ferroviario della Liguria verso l’esterno. Incontro fortemente voluto e promosso dal senatore Maurizio Rossi. Al centro del convegno i progetti e i lavori delle grandi opere in corso che permetteranno nei prossimi anni di far uscire la regione dal suo isolamento. Terzo Valico, Gronda, ma anche sviluppo dell’aeroporto e trasporto interno con il progetto per il raddoppio della tratta ferroviaria Finale-Andora. Il nuovo treno che collegherà in 75 minuti Genova e Milano è un Ferecciarossa che partendo dal capoluogo ligure arriverà alla stazione di Venezia Santa Lucia. 

GLI INTERVENTI

Maurizio Rossi, senatore Gruppo Misto - Liguria Civica: “In apertura di questo convegno voglio ricordare Viktor Ukmar, uno dei primi firmatari contro l’isolamento della Liguria. In questi anni abbiamo fatto grandi cose, molte opere centrali per la nostra regione hanno preso avvio o hanno ottenuto il finanziamento. Una delle date centrali di questa mia battaglia è quella del 14 gennaio 2014, giorno del deragliamento di Andora. Da lì parte l’iter per ottenere il raddoppio ferroviario della tratta, aspetto fondamentale per noi e nei prossimi anni e nella prossima finanziaria bisognerà lottare per ottenere il finanziamento. Oggi ci troviamo di fronte a u governo che penalizza la Liguria e avvantaggia il Nord-Ovest e il Sud. Il nuovo orario di ritorno che si sta prospettando per il collegamento Genova-Roma non lo considero accettabile. Si costringe i genovesi a restare una notte a Roma. Non è possibile che ci sia un collegamento del genere tra due città metropolitane. La nostra battaglia non si può fermare ora. Fino a quando non vedrò i fatti non sarò contento. La Liguria ha tutto il diritto di vedersi riconosciuta la continuità territoriale, non è un qualcosa che spetta solo alle isole. Con la continuità arriverebbero una serie di finanziamenti per le opere ritenute legittima anche a livello europeo. Oggi però si aprono nuovi scenari. Abbiamo la possibilità di avere una vera collaborazione tra Rfi e Autorità portuale. Probabilmente anche le mie lettere e la mia battaglia ha contribuito a far rivalutare il progetto di un cambio di orario sulla tratta Genova-Roma. Il collegamento per noi è determinate nel processo di uscita dall’isolamento. E poi c’è il tema del collegamento veloce Genova-Milano già previsto per il 9 dicembre e che poi ha avuto un ritardo per scelta del nuovo ad di Trenitalia Orazio Iacono che ha deciso di rivedere i piani, scelta comunque legittima".

Giovanni Toti, presidente Regione Liguria: "Questa Terrazza è diventata il simbolo della battaglia contro l’isolamento molto prima che io arrivassi in Regione. Rossi è stato un costante pungolo da questo punto di vista. La Liguria è ancora isolata? certamente sì, la Liguria ha aperto un percorso che la porterà fuori dall'isolamento? la risposta è ancora sì, e non parliamo solo di collegamenti ferroviario ma anche per quello che riguarda l'autostrada e poi il porto che continua a crescere. Oggi abbiamo firmato un contratto molto importante che porterà entro i 2023 ad avere una nuova flotta di treni per la regione. Si tratta di treni con caratteristiche metropolitane, questo vuol dire più comfort, più monitoraggio, più velocità e più puntualità. Per quanto riguarda il Genova-Roma oggi possiamo dire che è realtà, l'invito che faccio a tutti i genovesi e i liguri è quello di utilizzarlo il più possibile. Abbiamo detto che il Genova-MIlano partirà la settimana del 26 febbraio e sarà un Frecciarossa. Poi abbiamo le grande opere, la Gronda, il Terzo Valico, già iniziati o già finanziati. E poi abbiamo l'aeroporto Cristoforo Colombo che continua a crescere e ha diversi progetti. Penso ai lavori per l'ampliamento dello scalo. Genova è ancora isolata? sì ma sempre di meno e abbiamo tutte le condizioni per farla uscire da questa situazione".  

Luca Casaura ‎Senior Vice President Global and Strategic Marketing - ‎Costa Crociere S.p.A.: "Il potenziale che ha questa terra, in termini di turismo e non solo, è stato limitato tantissimo dall'isolamento. E' fondamentale per una grande azienda come la nostra attirare talenti. Questo vuol dire soprattutto attirare giovani. Il treno veloce Genova-Milano aiuterà moltissimo in questo senso”.

Paolo Odone, presidente Camera di Commercio Genova: "Uno dei nostri compiti per oltre 20 anni è stato spingere per il Terzo Valico. Oggi ci siamo e si tratta di un’opera fondamentale. E poi abbiamo l’aeroporto che continua a crescere e dal 23 partiranno anche il nuovo volo di FlyValan.

Giovanni Mondini, presidente Confindustria Genova: "Sul tema del cambiamento di orario del Genova-Roma sto raccogliendo tante proteste. Un altro problema è quello legato ai collagamenti aerei con la capitale. Un andata e ritorno non può costare fino a 900euro”.

Ugo Salerno, Presidente e Amministratore Delegato del RINA: "Genova con le infrastrutture in corso di realizzazione avrà un sistema infrastrutturale completo e sarà polo centrale di quello che è il corridoio Genova-Rotterdam che sta nascendo. E’ necessario che si sfruttino rapidamente queste occasioni. In questo senso l’appello è rivolto ai nostri imprenditori”

Paolo Emilio Signorini, presidente Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Occidentale: E’ indiscutibile che negli ultimi due-tre anni i grandi investimenti fatti Genova e la Liguria stanno diventando realtà, questo è un punto di partenza centrale e importantissimo per lo sviluppo della regione e del suo trasporto.

Luciano Pasquale, presidente Camera Commercio delle Riviere: “ll lavoro sul raddoppio ferroviario Finale-Andora è fondamentale per lo sviluppo della nostra regione. Aggiungo che il collegamento Genova-Roma potrebbe avere qualche cliente in più se si lavorasse anche sulle coincidenze dalle altre città della Liguria. Ogni generazione ha fatto la sua parte, ma bisogna anche avere grandi ambizioni. Oggi Il sogno è quello della metropolitana ligure, in grado di collegare tutta la regione da Ventimiglia alla Spezia in tempi ridotti.