SPORT

"Ci sono i giocatori per fare bene, li conosco"

Genoa, Ballardini si presenta: "SarÓ complicato ma con testa, cuore e gambe ci possiamo salvare"

07/11/2017 ore: 11.47

Genoa, Ballardini si presenta:

GENOVA - "Impressioni positive, giocatori li conosco e sono interessanti. Le difficoltà sono tante ma c'è la convinzione di sapere che si potrà fare un buon lavoro"


Il nuovo tecnico del Genoa Davide Ballardini si presenta così durante la conferenza stampa nel centro sportivo Signorini di Pegli.

"Il Genoa ha tutte le caratteristiche umane e tecniche per salvarsi - ha proseguito Ballardini -. Le differenze rispetto agli altri due Genoa? Lo saprò tra un po' di tempo. Tanti giocatori li ho allenati. Ora la convinzione e' che si possa fare un buon lavoro. Bisogna lavorare sia sulla testa che sulle gambe e col cuore: bisogna metterci tutto per uscire da questa situazione.

Ho visto un po' di partite in questi giorni e ho visto che i ragazzi hanno cuore e generosità".  Il tecnico rossoblù torna per la terza volta sulla panchina rossoblù, nessun paragone col passato e pensa solo al presente.  E anche quando gli chiedono del futuro e della prossima stagione lui non ha dubbi: "Io penso solo alla partita che avremo tra 10 giorni e soprattutto a chiudere la stagione nel miglior modo possibile. Tutto il resto non ci interessa ". 

E poi parla del rapporto con il pubblico rossoblu: "Il tifoso del Genoa mi conosce, sa come mi propongo e come lavoro. Mi vuole bene ore quello che ho fatto nelle difficoltà, ma per me in allenatore va giudicato nell’arco di un’intera stagione, queste sono situazioni dove bisogna fare bene in fretta. E poi si parla dei singoli, da Pandev a Rigoni (che non giocavano con lui ai tempi di Lazio e Palermo per vicende legate ai rinnovi contrattuali) fino a Bertolacci e Lapadula, giocatori da cui ci si attende qualcosa in più: "Sia Pandev che Rigoni quando li ho avuti con me avevano problemi legati al rinnovo di contratto. Sono un uomo di parola e quando le società con cui avevo firmato di chiesero di non utilizzarli io mantenni la parola data, ma non ho nulla contro di loro, anzi, non vedo l’ora dì allenarli. Conosco bene Bertolacci, con me ha trovato continuità di impegno, lui ha qualità importanti, come Lapadula del resto. Ecco io voglio che i giocatori più dotati mettano la loro qualità a disposizione del collettivo".