CRONACA

Nell'imperiese tracciati oltre 200 chilometri di sentieri

Liguriawow, i sentieri liguri saranno su 'Google street view'

03/11/2017 ore: 15.37

Liguriawow, i sentieri liguri saranno su 'Google street view'

IMPERIA - Oltre 200 chilometri di sentieri, attraverso le antiche Vie del Sale e l'Alta Via dei Monti Liguri, più di 2000 metri di dislivello, 8 borghi visitati, 300 ore di cammino: sono i numeri del progetto 'LiguriaWow', che ha documentato i sentieri della provincia di Imperia, grazie alla collaborazione con Google Street View.

L'obiettivo dell'iniziativa è quello di tracciare e documentare i sentieri del territorio imperiese per renderli fruibili e accessibili a tutti. Per tracciare i sentieri sono serviti 7 mesi e l'impegno di 30 persone. Un basato sul volontariato dell'associazione culturale Wepesto con la collaborazione delle guide ambientali ed escursionistiche 'Ponente Experience'.

I volontari, attraverso un'apposota attrezzatura fornita da Google, hanno potuto tracciare oltre 200 chilometri di sentieri, accessibili a tutti, partendo dai Giardini Hambury di Ventimiglia, seguendo l'Alta via dei Monti Liguri, fino al Monte Saccarello, a 2200 metri di quota, la vetta più alta della Liguria.

Il percorso, visitabile da oggi su Google Street View, si snoda attraverso gli antichi sentieri montani utilizzati da millenni, come le antiche Vie del Sale, dove i volontari sono andati alla scoperta di storia, arte e tradizione. Viste mozzafiato, natura, cultura, storia e siti dimenticati da riscoprire: le antiche caselle, rifugio di pastori e partigiani, gli edifici fortificati risalenti ai conflitti mondiali e le chiese campestri sono solo alcune delle bellezze immortalate nel progetto.

"Si tratta di un ottimo lavoro - commenta l'assessore regionale al Turismo Gianni Berrino - che porterà la Liguria e i suoi sentieri in tutto il mondo. Un progetto innovativo, che permetterà di fare conoscere il nostro entroterra da una prospettiva diversa, anche attraverso Google view".

"Il nostro obiettivo era quello di fare conoscere il nostro territorio - spiegano i curatori - fornendo anche materiale diverso, con testi, immagini, punti di interesse, con un approccio innovativo e puntando anche a zone meno conosciute. Idealmente volevamo tracciare i sentieri da Ventimiglia, fino a Cervo, passando per l'entroterra. Strada facendo abbiamo aggiunto itinerari, soprattutto costieri, passando dai monti al mare"

Questo progetto prossimamente potrebbe essere esteso a tutto il territorio ligure.