POLITICA

Dopo la defezione di 6 elementi dello staff

Ma Regazzoni tira dritto: "Andrņ fino in fondo, con chi ci sta"

08/01/2017 ore: 12.25

di (giu.scio.)

Ma Regazzoni tira dritto:

GENOVA - Regazzoni tira dritto. Quello che finora resta l'unico candidato per le prossime Primarie del centrosinistra a Genova (e forse ancora l'unico a crederci) prosegue il suo cammino nonostante la defezione del tempo di sei elementi del suo staff. Una replica a quanto anticipato ieri da Macaia Politik e Primocanale.it.

"A maggio ho detto: andrò fino in fondo, con chi ci sta. A gennaio dico: andrò fino in fondo, con chi ci sta. Senza fare accordi per un posto. Per una ragione ben precisa", dice Regazzoni. E spiega il suo punto di vista da duro-e-puro sulla rottura: "Non è credibile, e non è serio, fare una dura battaglia per il rinnovamento della politica e del gruppo dirigente del Pd genovese per poi, al momento opportuno, scoprirsi pompieri o costruttori di ponti e fare un accordo con quel gruppo".

Il filosofo quindi prosegue il suo percorso quindi, al suo fianco nuovi collaboratori. "Se perderò politicamente perché a Genova ci sarà un centrosinistra con un candidato unitario o perché sarò escluso da eventuali primarie né prenderò atto con serenità e resterò, da sconfitto, nel mio partito. Quel che è certo, per usare le parole di un grande uomo politico, è che non sarò mai tra quelle anime timide che non conoscono né la vittoria né la sconfitta", conclude il pop-filosofo.