CRONACA

Resteranno sempre fuori dalla sabbia

Vongole allevate in acque libere, alla Spezia parte la sperimentazione

venerd́ 06 ottobre 2017
Vongole allevate in acque libere, alla Spezia parte la sperimentazione

LA SPEZIA -  Vongole allevate in acque libere e non nella sabbia: parte una sperimentazione nel golfo della Spezia che permetterà di far crescere questi frutti di mare non sui fondali sabbiosi ma all'interno dei vivai dei mitilicoltori.

Non ci sarà quindi la fastidiosa sabbia all'interno del mollusco. Secondo i produttori migliorerà anche la qualità.

"Mai nessuno al mondo è riuscito a portare vongole alla vendita coltivandole in acque libere. Dalle prime prove abbiamo visto un ottimo adattamento al nostro mare e una crescita importante della semenza in appena 15 giorni" - spiega Eugenio Borio presidente della cooperativa mitilicoltori spezzini. Stamani sono state distribuite ai soci della cooperativa le prime 24 mila semenze di vongole, provenienti da uno stabilimento francese specializzato in 'semi' di mare. In sei mesi le vongole, mai allevate alla Spezia, potrebbero arrivare sui banchi del mercato. Oggi sono state distribuite dalla cooperativa anche 25 mila semenze di ostriche piatte 'edulis', rinomate e dalle caratteristiche sfumature sulla conchiglia verde smeraldo, che si aggiungono alle 'gigas' già prodotte nel golfo. Saranno pronte tra un anno e saranno proposte in una speciale confezione completamente biodegradabile, "in linea con la nostra filosofia di rispetto dell'ambiente marino".

"Continuiamo a investire nonostante tre anni difficili - aggiunge Borio - per cercare di rialzare la testa: i giovani soci pagano le perdite che abbiamo avuto a seguito dei dragaggi del porto e della siccità". Si parla di ben oltre un milione di euro di danni, con produzione dimezzata e preoccupazione anche per la semenza utile per i prossimi anni.

Commenti



I NOSTRI BLOG