SALUTE E MEDICINA

A breve partiranno dalla regione le lettere con le prenotazioni "obbligatorie"

Vaccini, l'assessore Viale: "Ho voluto essere vicina a tutte le famiglie"

mercoledì 23 agosto 2017

E’ arrivato anche il sigillo del garante per la privacy alla via ligure sui vaccini pbbligatori. L’assessore Viale spiega “Nessun intento punitivo da parte nostra ma solo quello di agevolare le famiglie nelle iscrizioni”.


GENOVA - C'è anche il sigillo del Garante della Privacy, da oggi, sull'iniziativa in tema di vaccini obbligatori promossa dalla Regione Liguria. Il Garante promuove la “via ligure” che è stata "messa in campo evitando che il caos travolgesse famiglie, Comuni e scuole". Infatti entro il 10 settembre tutti i bambini, per poter essere iscritti negli asili nido e nelle strutture per l'infanzia, dovranno essere in regola con tutte le vaccinazioni obbligatorie.

Dalla Regione sono partite 55mila lettere indirizzate a tutte le famiglie con bambini tra zero e sei anni, che serviranno come attestato per poter iscrivere i figli alle strutture scolastiche. Nel caso in cui si sia in regola con i vaccini la lettera servirà come certificazione, nel caso in cui manchino una o più vaccinazioni la lettera includerà una prenotazione per la visita all'Asl. 

L'assessore regionale alla sanità Sonia Viale ha  così commentato l'iniziativa: "Ho voluto essere vicina a tutte le famiglie, anche quelle adempienti, per non farle correre per avere certificati". Riguardo le eventuali sanzioni per i non adempienti ha continuato: "In questo momento quello delle sanzioni è l’ultimo dei miei pensieri, la mia preoccupazione era che al 10 settembre potessero rimanere fuori dagli asili nido dei bambini, e soprattutto le loro mamme, perché è un diritto che abbiamo conquistato quello di poter conciliare il lavoro con le famiglie e per delle questioni semplicemente burocratiche far rimanere fuori delle mamme e dei bambini non mi sembrava una via da seguire."

.

Commenti



I NOSTRI BLOG