CRONACA

Era geloso della ragazza. Poi si era costituito

Uccise l'ex fidanzata Janira con 50 coltellate, a processo il 21enne Alessio Alamia

mercoledý 30 maggio 2018
Uccise l'ex fidanzata Janira con 50 coltellate, a processo il 21enne Alessio Alamia

PIETRA LIGURE - È stato rinviato a giudizio Alessio Alamia, il 21enne di Pietra Ligure (Savona) che il 7 aprile 2017 ha ucciso con 50 coltellate l'ex fidanzata Janira D'Amato, 21 anni. Alamia è accusato, oltre che di omicidio volontario, anche di stalking e violenza privata (quest'ultimo reato nei confronti di un'altra ex). Sarà processato in Corte d'assise con rito ordinario per poter contestare alcuni aspetti della perizia psichiatrica che, secondo la difesa, non sarebbero stati approfonditi.

Alamia era stato giudicato capace di intendere e volere dal dottor Gabriele Rocca, il perito nominato dal giudice Maurizio Picozzi, per giudicare proprio l'imputabilità dell'omicida (sulla base di una perizia psichiatrica eseguita in incidente probatorio). Il processo inizierà il 6 settembre.

Alamia, che era geloso della ragazza, aveva aggredito l'ex fidanzata nell'appartamento di lei, colpendola al collo, alle spalle, alla testa e al viso con un coltello da 12 cm. Poi, secondo la Procura, si sarebbe lavato e cambiato e avrebbe abbandonato l'alloggio per andare a raccontare tutto alla nonna, che lo convinse a costituirsi. I legali della famiglia di Janira, gli avvocati Simone Mariani e Fabrizio Biale, hanno formalizzato la costituzione di parte civile.

Commenti


I NOSTRI BLOG