CRONACA

Alcuni locali pubblici restano chiusi e a Serra Riccò arriva l'autobotte

Tubo rotto, mezza Valpolcevera resta senz'acqua

mercoledì 15 novembre 2017
Tubo rotto, mezza Valpolcevera resta senz'acqua

SERRA RICCÒ - Doveva essere riparato entro la serata di ieri, ma ancora questa mattina i tecnici sono al lavoro e i disagi, sempre più pesanti, si amplificano.

Il tubo principale dell'acquedotto da 800 millimetri che si è aperto ieri notte nella zona di Teglia continua questa mattina a lasciare all'asciuto i rubinetti di molte abitazioni della Valpolcevera nei comuni di Genova, Ceranesi, Serra Riccò, Sant'Olcese e Mignanego.

Molte sono le attività come bar e locali pubblici che sono state costrette a rimanere chiuse con danni economici. C'è chi si è attrezzato con boccioni d'acqua con la speranza che il quadro migliori in giornata.

"Se non abbiamo problemi dell'acqua che cade dal cielo - ha raccontato a Primocanale Rosario Amico sindaco di Serra Riccò - abbiamo i problemi per l'acqua che non c'è. Le scuole comunali che avevano qualche scorta devono limitare al massimo l'uso. E' una situazione di emergenza, se oggi non si ripristina tutto il paese si fermerà".

E per venire incontro alle esigenze del paese proprio nella piazza principale di Serra Riccò,a Pedemonte, è arrivata un'autobotte che farà la spola con Castagna. Un'altra autobotte è arrivata a Mignanego, in via Vittorio Veneto 76. 

Da Iren arriva la comunicazione che tutto dovrebbe risolversi entro il primo pomeriggio. 

Ieri altri disagi in vallata si erano verificati a San Quirico per un'altra rottura provocata da una ditta che effettuava lavori stradali per la posa di fibra ottiche.

Commenti



I NOSTRI BLOG