PORTI E LOGISTICA

Rixi: "Recuperare terreno con i porti del Nord Europa"

Trasporto merci su ferro, investimenti per 18 miliardi nel Nord Ovest

giovedý 19 ottobre 2017
Trasporto merci su ferro, investimenti per 18 miliardi nel Nord Ovest

GENOVA - Siglato a Milano l'accordo tra Rfi e Regioni Nord Ovest per il trasporto merci su rotaia. Previsti in totale  investimenti per 18 miliardi su rete infrastrutture e logistica.

L'assessore regionale allo sviluppo economico Edoardo Rixi ha commentato l'accordo come una "tappa importante sulla strada intrapresa con l'avvio degli Stati Generali della logistica", dato che "l'area del Nord Ovest genera il 37% dei traffici nazionali e dai porti liguri passa circa il 53% dei container extra Ue a livello nazionale", e che "dobbiamo recuperare terreno con i porti del Nord Europa giocando ad armi pari".

L'assessore regionale ha anche analizzato più nello specifico cosa contiene l'accordo siglato: "Con Ad di Rfi Gentile abbiamo chiuso un protocollo importante - spiega Rixi - nel quale viene indicato non solo il tipo di opera ma anche i tempi previsti per la loro realizzazione. Ci sono 43 opere che riguardano l’aumento delle capacità delle linea: adeguamento tecnico, aumento di velocità dei treni su Milano e Torino e progettazione di maggiore velocità anche lungo altre direttrici, come quella per Piacenza che ci consente un collegamento diretto con l’Emilia Romagna".

E' stato lo stesso assessore a spiegare che tutte le opere contenute nell'accordo "sono legate alla nostra regione e permetteranno uno sviluppo economico e infrastrutturale della stessa".

L'accordo siglato dalle regioni del Nord Ovest prevede la creazione di un ufficio tecnico speciale composto da tecnici di ciascuna regione affiancati dai tecnici di Rfi che porteranno avanti un costante monitoraggio dell'avanzamento dei lavori. A loro spetta anche il compito di analizzare eventuali situazioni critiche capaci di produrre rallentamenti nel cronoprogramma di realizazzione.

"Esiste poi una seconda parte - precisa Rixi - che riguarda il cosidetto 'Ultimo miglio'. Si tratta del potenziamento di qiuelle infrastrutture nei nodi intermodali per quanto riguarda il pporto di Genova. Si parla di inserire quelle infrastrutture capaci di agevolare il trasporto merci attraverso i binari alleggerendo il carico su gomma" ha concluso Rixi.

    


Commenti



I NOSTRI BLOG