CRONACA

O conseggio da poliscia: "LevŠ i dinŠ d'in cascia"

Torna un spešiÔ da mego rapinou Ó Zena: eutto inte p÷che settema˝e

venerdý 20 novembre 2015
Torna un spešiÔ da mego rapinou Ó Zena: eutto inte p÷che settema˝e

GENOVA -  Ancon un speçiâ da mego rapinou à Zena. O l'é l'ottavo inte urtime settemañe. Zeuggia l'é toccou à quello de via Carzino, a San Pê d'Æña.

Un mandillâ o l'à assätou a buttega armou de cacciavie. Con pontâlo contra o baccan, o gh'à portou via çento euro. De ciù no gh'ea perché o speçiâ o l'aiva dæto a mente a-o conseggio da poliscia: sotta l'oa de serrâ, levâ i dinæ d'in cascia e versâli in banca.

Unna scena ch'a no cangia de un citto. Son za eutto inte un meise scarso i speçiæ rapinæ à sta mainea. Anche stavòtta o rapinatô o l'é scappou ò bòrdo de un scooter, fòscia arröbou, ma i polisciòtti no son arriëescii à attrovâlo.

Inti giorni passæ doe rapiñe pæge: uña torna à San Pê d'Æña, in via Fillak, e unn'atra à Pontedeximo. Inti çinque caxi primma, però, à corpî gh'ea unna cobia. I investigatoî çercan de capî s'en sempre e mæxime persoñe. O conseggio o l'arresta de tegnî i euggi averti e pöchi dinæ sotto man.

VERSIONE ITALIANA

Ancora una farmacia rapinata a Genova. È l'ottava nelle ultime settimane. Giovedì è toccato a quella di via Carzino, a Sampierdarena.

Un bandito ha assaltato il negozio armato di cacciavite. Puntandolo contro il titolare, gli ha portato via cento euro. Di più non c'era perché il farmacista aveva seguito il consiglio della polizia: vicino all'orario di chiusura, togliere i soldi dalla cassa e versarli in banca.

Una scena che non cambia di una virgola. Sono già otto in un mese scarso i farmacisti rapinati in questo modo. Anche stavolta il rapinatore è scappato a bordo di uno scooter, forse rubato, ma i poliziotti non sono riusciti a trovarlo.

Nei giorni passati due rapine identiche: una ancora a Sampierdarena, in via Fillak, e un'altra a Pontedecimo. Nei cinque casi precedenti, però, a colpire era stata una coppia. Gli inquirenti valutano se sono sempre le stesse persone. Il consiglio resta quello di tenere gli occhi aperti e pochi soldi sottomano.

Commenti



I NOSTRI BLOG