IL COMMENTO

Se volete dare un contributo, inviatelo in forma riservata

Scajola e Burlando, quale Claudio farà più danni alla Liguria?

di Custer

giovedì 16 febbraio 2017
Scajola e Burlando, quale Claudio farà più danni alla Liguria?

Appare strano che i partiti - e gli stessi ex leader - non si rendano conto pragmaticamente che ogni volta che questi signori si rimettono a parlare di politica, si propongono come saggi o consiglieri. Di fatto danno l'idea all'elettore di voler ritornare sulla scena condizionando le loro aree politiche che invece tremano, cercano di tenerli a debita distanza per non accostare la loro immagine con la ricerca di qualcosa di nuovo e potabile per l'elettorato.

Vedere Claudio Scaiola che indica le strade da seguire a Toti (che peraltro uno Scajola in giunta ce l'ha, più giovane e in netto contrasto con lo zio ex ministro) da un'idea di ritorno al passato. Peraltro, a un passato dove proprio in quei suoi "momenti di potere" la nostra terra è crollata sia economicamente che occupazionalmente, ed è restata tagliata fuori dallo sviluppo delle infrastrutture.

E poi non c'è nulla da fare: giusto o sbagliato che sia, Scajola è e resta per l'opinione pubblica quello della casa romana "a sua insaputa", un'immagine ormai indelebile che non può che danneggiare ogni azione politica a cui si avvicina. Non a caso è stato ritenuto sbagliato e inopportuno il suo abbraccio a Parisi con la fida Della Bianca a Genova che non ha certo giovato all'ex candidato sindaco (perdente) di Forza Italia a Milano.

Claudio Burlando poi che ritorna in scena nel Pd per spiegare - nel suo linguaggio tutto da interpretare - come rimettere le cose a posto nel partito dopo che è stato il colpevole della scissione avvenuta proprio a Genova nonché della bastonata elettorale regionale, ha dell'incredibile. Dimostra che non ha capito neppure lui che era meglio restasse sui monti a raccogliere funghi e a giocare a scopone per il bene di tutti cittadini e del partito.

Ma ancor più folle è chi gli permette di continuare a far danni su danni dopo aver affossato la Liguria intera tenendola appositamente chiusa, geloso del suo baronato e portandola per 10 anni a isolarsi. Tanto che ora siamo talmente isolati che sarà dura rientrare in gioco nel Paese e in Europa. 

Arriva un momento in cui ci si deve mettere da parte per non far danni, a se stessi come agli altri. Scajola e Burlando, fateci una cortesia di destra e di sinistra: anche 'a vostra insaputa' prendete la macchina insieme e - cercando di evitare i contromano - andate in qualche trattoria e parlate fra voi.

E se volete dare un contributo, inviatelo in forma riservata a chi ritenete opportuno, ma non fatelo sapere agli organi di informazione e non abbiate la presunzione che quanto consigliate debba essere fatto. I consigli è legittimo darli, ma si deve sapere che possono essere ritenuti giusti o errati. Solo chi ci mette davvero la faccia ha il diritto di disegnare la strada che ritiene migliore.




I NOSTRI BLOG