CRONACA

Il sindaco Caprioglio: "Per noi una grande perdita"

Savona dà l'addio a Lelio Speranza, partigiano ed ex presidente del Coni

giovedì 05 gennaio 2017
Savona dà l'addio a Lelio Speranza, partigiano ed ex presidente del Coni

SAVONA - È morto a Savona il presidente dell'Associazione partigiani autonomi della Liguria Lelio Speranza, vice presidente nazionale della Federazione italiani volontari della libertà. Aveva 90 anni. Speranza, cavaliere di Gran Croce dell'Ordine al merito della Repubblica, è stato anche presidente dell'Istituto storico della Resistenza di Savona e per decenni è stato presidente del Coni savonese. Fu dirigente dell'Agip in stretto rapporto con Enrico Mattei e per questa sua attività ricevette la laurea honoris causa in Economia e commercio alla Columbia university di New York.

Nel 1948 fu tra i fondatori della Federazione italiani volontari della libertà con Paolo Emilio Taviani ed Enrico Mattei. Insieme ad altri giovani, dopo l'8 settembre iniziò il suo impegno nella Resistenza, con le prime azioni di sabotaggio. Parte del gruppo dei giovani studenti si ritirò in seguito sulle alture di Montenotte nelle formazioni partigiane, che erano costituite dai garibaldini della divisione 'Bevilacqua' e dagli autonomi della divisione 'Fumagalli'. Catturato dai nazifascisti, venne avviato ai lavori forzati per la costruzione di fortificazioni belliche. Fuggito, raggiunse le formazioni partigiane autonome che operarono

sulle alture savonesi.

Nel 1945 partecipa alla liberazione di Savona. Anche il sindaco Ilaria Caprioglio ha voluto ricordare Speranza: "Ho appreso con grande dolore la notizia della scomparsa di Lelio Speranza, una personalità importante per Savona e per tutto il territorio". La camera ardente verrà aperta domani alle 17:30 nell'oratorio di Nostra Signora del Castello, in piazza Sisto a Savona. I funerali si terranno sabato 7 alle 10 nel Duomo di Savona.

Commenti



I NOSTRI BLOG