SPORT

Tutti i movimenti dei blucerchiati

Sampdoria, Giampaolo aspetta: Sabatini cerca: il mercato a una settimana dalla chiusura

di Andrea Popolano

venerd́ 10 agosto 2018
Sampdoria, Giampaolo aspetta: Sabatini cerca: il mercato a una settimana dalla chiusura

GENOVA -  Inizia l’ultima settimana di calciomercato e i nodi da sciogliere in casa blucerchiata sono più di uno. Tutto è fermo a qualche settimana fa. Mister Giampaolo aveva chiesto rinforzi in ogni reparto: Difesa, centrocampo e attacco. Da lì però il nulla. Sabatini ha continuato a lavorare, tra false voci di addio e polemiche nate e morte nel giro di una notte.

Ma partiamo con ordine: il difesa si cerca un difensore centrale capace di alternarsi con Andersen e Colley. Tonelli è più di un’alternativa: ora però il suo futuro sembra destinato verso altri lidi. Ma la speranza è l’ultima a morire. Così la dirigenza blucerchiata potrebbe provare l’affondo decisivo e convincere il difensore toscano a tornare alla corte di Giampaolo dopo l’esperienza anni fa ad Empoli. Il Napoli chiede 8 milioni, troppi secondo Ferrero. E allora Sabatini sotto traccia potrebbe avere un altro nome su cui puntare.

In attacco con Quagliarella, Kownacki e Defrel manca una quarta punta. Caprari è stato dirottato sulla trequarti ad alternarsi con Ramirez. E così anche in questo caso serve un rinforzo. Pochi i nomi usciti in questi giorni dalle chiuse serrande di Bogliasco. Uno di questi è il blaugrana Munir El Haddadi. Nell’ultima stagione con l’Alaves 33 presenze e 10 gol. Piccolo e agile non può essere certo lui il sostituito Zapata. A meno che Giampaolo non abbia in mente un’idea tattica diversa per l’attacco. Nelle ultime ore anche un sondaggio col Napoli per Inglese ma difficilmente Ancellotti si priverà dell’ex Chievo.

Ma il ruolo che preoccupa maggiormente è quello del regista di centrocampo. Partito Torreira il vuoto. In cima alla lista dei desideri c’è Albin Ekdal. La trattativa con l’Amburgo è ben avviata. I tedeschi vogliono 2,5 milioni di euro, la Samp ne offre 1,5 più bonus. A metà strada si può concludere l’affare. Il problema è che lo svedese non è propriamente un play quanto una mezzala. Per quanto adattabile si troverebbe a ricoprire comunque un ruolo che non è esattamente il suo.

Gli altri nomi sul taccuino sono quelli dello svizzero-camerunense Oberlin e del tedesco Rode. Quest’ultimo regista puro in forza al Borussia Dortmund ma che nelle ultime stagioni ha visto più medici che campo. Puntare su di lui potrebbe essere un rischio troppo alto.

A una settimana dalla fine del calciomercato Sabatini è obbligato a dare un segnale. Giampaolo attende. Anche se Ferrero smorza le speranze del tecnico e afferma che serve solo un centrocampista. Ma si sa il mercato, specialmente nell’ultima settimana, è fatto di pretattica e occasioni dell’ultimo minuto.

Commenti


I NOSTRI BLOG