MOTORI

Dal 10 al 13 aprile il Ponente al centro del motorsport

Rallye di Sanremo col vento in poppa, ci saranno anche le Stratos

mercoledý 20 febbraio 2019

Il Rallye di Sanremo sarÓ la seconda prova del CIR, campionato italiano rally, e sarÓ protagonista sulle strade del ponente ligure dal 10 al 13 aprile. Sergio Maiga, organizzatore dell'evetno spiega le caratteristiche della nuova edizione che prevede la trasmissione in diretta di tutte le prove speciali su Primocanalemotori.it


SANREMO - La fase organizzativa del 66° Rallye di Sanremo 2019 procede col vento in poppa. Dal 10 al 13 aprile la Città dei fiori sarà invasa dagli equipaggi che parteciperanno alle quattro gare che metteranno il Ponente ligure al centro del motorismo agonistico nazionale. 

Il Rallye di Sanremo è valido come seconda prova del Campionato italiano rally. C'è grande interesse anche intorno al 34° Rally Sanremo Storico, valido per il Campionato italiano rally auto storiche e seconda prova del Tour European rally historic.

Occhi puntati anche sulla 33esima edizione della Coppa dei fiori di Regolarità a media. La gara è valida per il campionato italiano di specialità e si sviluppa sulle stesse strade dei rally incrociando i suoi tempi sia con la gara tricolore moderna, sia con quella storica. Si sviluppa in un solo giorno di gara invece il Sanremo Leggenda. Valido per la Coppa Italia di Zona, gli equipaggi saranno impegati nella sola giornata di sabato 13 aprile.

La novità del 2019 è il Lancia Stratos World Meeting, organizzato dall'Automobile Club Ponente Ligure e dalla casa editrice Ephedis. A 40 anni dall'ultimo successo, la "regina dei rally" tornerà a vivere sulle strade del Sanremo il suo mito. La storica vettura della casa torinese vinse tre mondiali consecutivi dal 1974 al 1976 e due titoli piloti nel biennio successivo '77-'78 grazie all'italiano Sandro Munari e al finlandese Markku Alen. 

Commenti


I NOSTRI BLOG

Grif House
Samp Place