POLITICA

Dopo l'esposto in Procura del M5s e le accuse al sindaco

Piazzale Ciuvin, botta e risposta Arrigoni-Biancheri dopo la sentenza del Tar

mercoledì 15 maggio 2019
Piazzale Ciuvin, botta e risposta Arrigoni-Biancheri dopo la sentenza del Tar

SANREMO - “La sentenza del Tar Liguria sui presunti abusi edilizi commessi dai proprietari dell’area del cosiddetto piazzale Ciuvin non cambia di una virgola i motivi che ci hanno portato a suo tempo a presentare un esposto in procura del Tribunale di Imperia”. Commenta cosi Paola Arrigoni, capogruppo M5s in consiglio comunale a Sanremo, il dispositivo amministrativo che di fatto ha sottolineato come non ci siano “gli estremi per accogliere il ricorso presentato da Idroedil S.r.l. contro il provvedimento del comune che mirava al ripristino dello stato dei luoghi in piazziale Ciuvin”.

Il Movimento 5 Stelle aveva presentato un esposto in Procura nel settembre del 2017. L’accusa era pesante, ossia che sotto il cemento potesse trovarsi una discarica abusiva. “Sul punto la sentenza non si pronuncia perché l’oggetto della controversia era nato da una ordinanza del Comune di Sanremo che intimava ai proprietari dell’area di ripristinare lo stato dei luoghi per presunti abusi edilizi. Il M5s con il suo esposto ha invece dimostrato come le ordinanze reiterate nel tempo (oltre 10 anni) erano illegittime avendo di fatto imposto una discarica abusiva”.

La replica del sindaco della Città dei fiori, Alberto Biancheri, non si fa attendere. “Prendiamo atto della sentenza del Tar, ma posso già anticipare che gli uffici preposti stanno seriamente studiando il ricorso al Consiglio di Stato sulla scorta di alcune valutazioni contenute nella sentenza stessa. Per quanto riguarda i carotaggi ripeto oggi quello che abbiamo sempre detto, cioè che avremmo aspettato la sentenza del Tar prima di ogni altra ulteriore eventuale procedura”.

Biancheri rifiuta l’accusa di ‘attendismo’ lanciata ripetutamente dalla pentastellata Arrigoni. “Per quanto riguarda le parole dei Cinquestelle, quando dicono che non abbiamo fatto nulla sul piano amministrativo, credo che la risposta stia nei fatti. Di fronte a delle evidenti irregolarità siamo stati l'unica amministrazione in 40 anni a essersi mossa fattivamente e seriamente”, conclude il primo cittadino sanremese.

Commenti


I NOSTRI BLOG

zeneize tomorrow
Grif House
Samp Place