POLITICA

Dopo la sfida a Toti per la leadership in Forza Italia

Parisi in arrivo a Genova, ma chi andrÓ all'incontro?

di Mario Paternostro

giovedý 29 dicembre 2016
Parisi in arrivo a Genova, ma chi andrÓ all'incontro?

GENOVA - Stefano Parisi, ex delfino di Silvio Berlusconi, sconfitto per un soffio da Sala a Milano, ora in giro per l’Italia a fare proseliti per un nuovo movimento di ispirazione liberal, farà tappa a Genova il 21 gennaio. A aprire le porte della città ci ha pensato Raffaella Della Bianca, che è stata una importante figura nella politica del centrodestra ligure e genovese in particolare, fino alla scorsa legislatura.

La Della Bianca, emigrata a Milano, è stata il braccio destro di Parisi, cervello del suo staff nella campagna elettorale delle comunali nel capoluogo lombardo e conoscendo Genova e i genovesi molto bene radunerà, si dice, un buon numero di ascoltatori (molti dell’ex area scaioliana) all’appuntamento con Parisi.

Si sa che Parisi ha sfidato Toti nella corsa alla leadership di Forza Italia, ma alla fine il governatore della Liguria, solido non solo fisicamente, ha vinto la partita. Sarà, però, curioso vedere chi saranno i genovesi che andranno ad ascoltare Parisi.

Quali imprenditori, per esempio (che oggi con Toti hanno un buon feeling, ma sempre pronti a cambiare campo), quali manager e professionisti (magari anche quelli che si sono schierati pesantemente per il Sì con Renzi e oggi sono in evidente difficoltà), quali politici in corso attuale o di vecchio corso, richiamati dalla capacità di Raffaella che era in pista, nel 2013 per essere candidata proprio nell’area di centrodestra.

E sarà curioso vedere dove andrà a parlare Parisi. Magari dal sempre “disponibile” Palazzo della Meridiana di Davide Viziano che ha già ospitato in passato crociati liberali da Oscar Giannino a Corrado Passera?




I NOSTRI BLOG