CRONACA

L'intervento ŗ Staggen inta messa pe-i cheiti de guśre

O cardin‚ Bagnasco: "Beseugna repiggi‚ o senso da tśra moś"

lunedž 02 novembre 2015

"Emmo beseugno de repiggi‚ o senso de tśra moś". Poule do Cardin‚ Angiou Bagnasco, arÁivescovo de Zena e prescidente da Cei, inta predica da messa a-o «imitŽio de Staggen pe-i mÚrti de tutte e guśre.


GENOVA - "Emmo beseugno de repiggiâ o senso de tæra moæ". Poule do Cardinâ Angiou Bagnasco, arçivescovo de Zena e prescidente da Cei, inta predica da messa a-o Çimitëio de Staggen pe-i mòrti de tutte e guære.

Sensa identitæ e ligammo co-a patria, dixe o Bagnasco, a societæ a cointa à deslenguâse. Sto senso o va fæto cresce "pe no sentîse soli, sensa famiggia, perché a tæra moæ a no l'indica solo che un territöio pe-o quæ tanti s'en speisi e an dæto a vitta, ma ascì unna mainea de vedde unna stöia, idee de libertæ, de responsabilitæ, solidarietæ, dovei, de unna poula dæta ch'a liga ciù che quæ se segge contræto".

O Bagnasco o l'arrecomanda dapeu d'avvardâse da quella cortua ch'a tende à "ascordâse de tutti, à desligâ ògni ligammo", tanto che a societæ a no vëgne "un leugo d'incontri pe caxo". L'appartegnî à un pòpolo, in cangio, o veu dî ëse inte un mondo de bellessa spirituale e solidarietæ viaxa, da piggiâse cua un con l'atro".

VERSIONE ITALIANA 

"Abbiamo bisogno di recuperare il senso di madrepatria". Parole del cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, durante la predica della messa al Cimitero di Staglieno per i caduti di tutte le guerre.    Senza identità e legame con la patria, dice Bagnasco, la società rischia di sciogliersi. Questo senso va fatto crescere "per non sentirsi soli, senza famiglia, perché la madrepatria non indica solo un territorio per cui molti si sono spesi e hanno dato la vita, ma anche un modo di vedere una storia, ideali di libertà, di responsabilità, solidarietà, dovere, di una parola data che lega più di qualunque contratto".   Bagnasco raccomanda poi di stare in guardia da quello cultura che tende a "dimenticarsi di tutti, a sciogliere ogni legame", perché la società non diventi "un luogo d'incontro d'incontri casuali". L'appartenenza a un popolo, invece, vuol dire essere in un mondo di bellezza spirituale e solidarietà autentica, per prendersi cura uno dell'altro".

Commenti



I NOSTRI BLOG