SALUTE E MEDICINA

Salvatore: "Zampini fa confusione, ecco perché"

Nuovo Galliera, M5s: "Progetto senza copertura". Lettera a Bagnasco: "Sposti i fondi a Ponente"

venerdì 18 agosto 2017
Nuovo Galliera, M5s:

GENOVA - "Nuovo Galliera i conti non tornano". Crescono le perplessità da parte del Movimento 5 Stelle, da tempo scettico sull'operazione che stravolgerà la collina di Carignano a Genova, soprattutto dopo le dichiarazioni rilasciate alla stampa cittadina da Giuseppe Zampini, vicepresidente dell'ospedale, secondo il quale c'è il quadro economico e il progetto ha le carte in regola per vedere la luce nel 2023. 

"Spero che non abbia fatto confusione volontariamente: il quadro economico è la previsione dei costi, non un piano economico-finanziario, cioè dove troviamo quei soldi. Al momento quel piano non è stato presentato e la Regione sta spendendo risorse pubbliche senza conoscere le coperture del progetto", attacca la consigliera regionale Alice Salvatore

Una situazione "sconcertante", secondo la pentastellata, anche alla luce dell'ultima direttiva firmata Soprintendenza dei Beni Culturali che ha stoppato una parte cruciale del progetto, quella dei palazzi con appartamenti di lusso da rivendere per rientrare delle spese, che non potranno essere realizzati nel numero voluto. "C'è il rischio che rimanga una cattedrale nel deserto - spiega Salvatore - e c'è un'altra incongruenza: il numero massimo di posti letti è inferiore alla normale capienza attuale del Galliera. Perché allora buttare giù padiglioni appena ristrutturati con altri milioni pubblici?". 

La priorità, ricorda la consigliera pentastellata, è invece l'ospedale di vallata promesso da anni ai polceveraschi e indicato dalla precedente giunta burlando come alternativo allo stesso Galliera. Per questo il M5s si è rivolto direttamente al cardinale Bagnasco in una lettera aperta perché "possa prodigarsi affinché i soldi per il progetto del Nuovo Galliera siamo destinati alla costruzione di un nuovo ospedale nel Ponente e affinché sia ritirato il preoccupante provvedimento disciplinare nei confronti del dipendente dell'ospedale Tullio Rossi", il sindacalista Usb a rischio licenziamento per aver criticato l'arcivescovo su Facebook.

Una battaglia, quella pentastellata, che ha già attraversato le aule dei tribunali. Insieme al ricorso delle associazioni ambientaliste è ancora pendente il contro-ricorso al Consiglio di Stato dell'ospedale Galliera dopo la richiesta del M5s di vedere i bilanci, accolta invece dal Tar negli scorsi giorni. 

Commenti



I NOSTRI BLOG