PORTI E LOGISTICA

Dopo l'incidente sull'A14 con l'esplosione di un'autocisterna

Merci pericolose, Odone (Camera Commercio): “Senza la Gronda grave rischio per Genova”

di Tiziana Oberti

martedì 07 agosto 2018



GENOVA - "E' necessario avere delle infrastrutture adeguate più moderne, vedi la Gronda nel modo specifico, che taglia fuori la città perché il giorno in cui succedesse un incidente come quello di Bologna c'è un rischio terrificante". Paolo Odone, presidente della Camera di Commercio di Genova, sottolinea così l'importanza delle grandi opere per il territorio ligure, in particolare della Gronda, il giorno dopo l' incidente stradale sull'A14 dove un'autocisterna è esplosa sul raccordo.

"La situazione del nostro territorio è molto difficile nel senso che siamo stretti tra mare e monti e c'è un flusso europeo di camion - spiega Odone - con tutti quelli dell'est Europa che vanno a comprare pescato, verdure e frutta in Spagna e Portogallo. La nostra Regione soffre e in modo particolare il nodo autostradale di Genova".

Secondo il presidente della Camera di Commercio genovese poi ci vuole una "maggiore attenzione per coloro che trasportano merci pericolose affinchè non siano sottoposti a ritmi di lavoro esagerati, devono esserci dei regolamenti molto stretti perché la vita delle persone oggi come mai è la cosa più importante".

Commenti


I NOSTRI BLOG

zeneize tomorrow
Grif House
Samp Place