PORTI E LOGISTICA

Il presidente di Confindustria Genova

Merci pericolose, Mondini: "Più tecnologia, e da subito rivedere i flussi e distribuirli meglio"

di Tiziana Oberti

mercoledì 08 agosto 2018



GENOVA - “Nell’attesa della grandi opere bisogna sfruttare la tecnologia e vedere se i flussi, che sono in aumento, possono essere rivisti e distribuiti in modo differente con regole diverse rispetto alle attuali”. Così Giovanni Mondini Presidente di Confindustria Genova interviene nel dibattito aperto dall’editore di Primocanale Maurizio Rossi dopo l’incidente sulla A14 sulla pericolosità del tratto di autostrada genovese che da Voltri collega il capoluogo ligure ma non solo.

“Bisogna parlare con il mondo dell’autotrasporto, del porto, per capire come poter agire subito – prosegue Mondini - difficile dare proposte concrete nell’immediato”.

“Quello che è certo - prosegue - è che non si può pensare di sostituire, in attesa delle infrastrutture, il trasporto su gomma per esempio ci sono reti di distribuzione di carburante anche nel centro di città e paesi”.

“Si può comunque da subito – conclude il presidente degli industriali genovesi – lavorare con la tecnologia per garantire una maggiore sicurezza sia degli autotrasportatori che della cittadinanza”

Commenti


I NOSTRI BLOG