CRONACA


Liguria in allerta rossa, violenti temporali tra il Tigullio e La Spezia

luned́ 29 ottobre 2018

GENOVA - +++ ULTIM'ORA+++  Allerta prolungata fino alle 24 su Genova e su tutta la zona B. Su zona C è rossa fino alle 15 di domani. 

E' scattata alle 6 l'allerta rossa sul Centro della Liguria. E' stata infatti prolungata ed elevata al massimo livello di rischio dalla protezione civile l'allerta metereologica su diverse parti della regione. Sul Levante della regione l'allerta rossa scatta alle 12, mentre nel Ponente resta il grado arancione fino alle ore 15.

La situazione più critica è nel levante. In tutta la provincia della Spezia piove copiosamente. Si sono formate cellule temporalesche autorigeneranti.

A Brugnato un torrente è esondato. I livelli dei rii minori si stanno innalzando. Il forte vento e il mare grosso rendono la situazione ancora più complicata.

A Levanto, Monterosso, Vernazza segnalati allagamenti a seguito di violenti temporali. I corsi d'acqua si stanno ingrossando

Le copiose piogge che hanno colpito la Liguria durante le giornate di sabato e domanica hanno innalzato i livelli di torrenti e rivi. Ieri danni a Genova per una tromba d'aria che ha scoperchiato tetti, spezzato alberi e creato diversi problemi nell'area portuale. Numerose anche le frane in tutta la Liguria. Quattro famiglie sono state sfollate sotto il ponte dell'autostrada a Staglieno a causa di una frana. Stessa situazione a Luni, nello spezzino, con otto persone costrette ad abbandonare la propria abitazione. Cinque famiglie isolate a Davagna.

A Sanremo una voragine sull'asfalto ha creato disagi alla cricolazione urbana della cittadina. Mentre domenica a Busalla il rio Chiappa è fuoriuscito dagli argini allagando gli scantinati di diverse abitazioni del Paese. Predisposte le misure di sicurezza (LEGGI QUI) e le chiusure obbligatorie (LEGGI QUI) con l'allerta rossa da parte di tutti i comuni interessati.

- GLI AGGIORNAMENTI

11.40 - Una struttura convettiva organizzata a mesoscala, originatasi a nord di Capo Corso, continua da tre ore a colpire con temporali persistenti molto forti lo Spezzino nell'area compresa tra le Cinque Terre, la città della Spezia e la Val di Vara, anche associati a intensa attività elettrica, grandinate e colpi di vento.

La struttura non accenna ad attenuarsi e, pertanto, può continuare a interessare le suddette aree ancora nelle prossime ore.

Tutti i bacini (piccoli, medi e grandi) attualmente stanno rispondendo in modo consistente alle precipitazioni che si stanno verificando.

I livelli idrometrici dei torrenti strumentati segnalano innalzamenti significativi; per la natura temporalesca dei fenomeni non si escludono innalzamenti repentini dei torrenti non strumentati, dei piccoli rii e del reticolo fognaria prevalentemente in ambito urbano.

Si segnala altresì un deciso rinforzo dei venti da sudest sul Levante con intensità medie fino a valori di burrasca forte (78 km7h a Corniolo, 72 km/h a Framura) e raffiche anche oltre i 100 km/h.

11.30 - Il sindaco di Davagna, Romildo Malatesta, tranquillizza i concittadini: "Famiglie sfollate? Sono oltre 24 ore che la strada è stata sgomberata. Ieri l'altro le famiglie sono state sfollate a causa della frana, ma ieri a mezzogiorno la situazione era ripristinata. Tutto rientrato. L'emergenza c'è costante a causa della vegetazione che è caduta in mezzo alle strade. Ma sono fenomeni che affrontiamo tutti i giorni. Le strade sono tutte accessibili".

11.10 - Giorgio Cangiano, sindaco di Albenga: "Al momento la situazione è abbastanza tranquilla. Ci sono stati momenti di attenzione, quando c'è stata pioggi apiù intensa. Ma devo dire che sia il fiume Centa, che i rii più interni reggono bene. Abbiamo fatto un ottimo lavoro di opulizia nei mesi scorsi, per ora sta andando tutto per il verso giusto".

10.50 - Interviene in onda il sindaco di Brugnato, Corrado Fabiani chiarisce la situazione attorno alla località della Val di Vara: "Siamo molto preoccupati della situazione. Allo stato attuale è straripato il canale dal Comune. La situazione è critica la situazione del torrente Gravegnola e Chicciola, che già hanno si sono resi pericolosi nel passato. Stiamo monitorando le varie situazioni e le varie criticità".

"L'Arpal - conferma il primo cittadino - che ci sono celle autogeneranti che innescano queste bombe d'acqua. Il consiglio è di non mettersi in strada

10.10 - Dalle 9.25 la circolazione ferroviaria fra La Spezia Centrale e Vezzano Ligure (linea Pisa – La Spezia Centrale) è sospesa per la presenza di detriti sul binario a causa del maltempo. Richiesto servizio sostitutivo con bus fra La Spezia Centrale e Vezzano.

9.40 - "La pioggia è intensa, non si vede a 100 metri. Tra vento e mare mosso, la preoccupazione c'è" afferma Pierluigi Peracchini.

"Siamo tutti a lavorare per tenere tutti sotto controllo - continua il sindaco di La Spezia -. Stiamo monitorando il territorio metro per metro. Per adesso, non abbiamo segnalazioni legate ai corsi d'acqua o a strade chiuse. Quando la natura scarica precipitazioni di queste proporzioni non è facile".

9.25 - Forte precipitazione in atto su Lavagna

9.15 - AGGIORNAMENTO METEO: L'intensità delle precipitazioni in atto su levante regionale  è persistente. Il vento ha toccato raffiche a 125 km/h a Corniolo, e 92 km/h a La Spezia. A Monterosso il pluviometro ha raggiunto 71 mm/1h.

9.05 -  Si è abbattuta sulle Cinque Terre una forte precipitazione. "Situazione di pausa, ma tra poco meno di un'ora sono attesi picchi di 120/140. Speriamo la perturbazione in arrivo si sposti" comunica il sindaco di Monterosso, Emanuele Moggia. Sui corsi d'acqua poi continua: "Consistenti, ma al momento sotto controllo".

8.40 - AGGIORNAMENTO METEO: Una cella temporalesca molto intensa sta interessando il levante regionale, con 12.6 mm/5 minuti a Monterosso. Tutta la zona è soggetta a precipitazioni forti e molto forti, accompagnate da intense fulminazioni.

8.00 - AGGIORNAMENTO METEO: Nelle ultime ore della notte si è assistito a un'attenuazione dei fenomeni con deboli precipitazioni sparse sulla regione. Nell'ultima ora le piogge sono riprese a carattere diffuso su tutta la regione. Si segnalano attualmente alcune celle temporalesche di intensità tra moderata e forte in formazione sul Mar Ligure in rapido movimento verso la costa, in particolare sullo Spezzino. Visto il carattere temporalesco delle precipitazioni associate a tali strutture, si segnalano possibili risposte improvvise e repentine del reticolo idrografico minore, comprese le reti di drenaggio urbano, nonché allagamenti nelle aree urbane più depresse.

7.45 - E' confermato lo sciopero dei lavoratori dell'Ilva di Cornigliano. Annullato invece il corteo tra le vie della città.   

6.40 - Sergio Gambino, delegato alla protezione civile del Comune di Genova: "La situazione è tranquilla, c'è un momento di pausa e nel breve non ci aspettiamo fenomeni piovosi. Circa 80 mm di pioggia nel corso della notte. Situazione che per fortuna ha creato pochi disagi, i rivi hanno risposto. A staglieno sono due le famiglie sfollate, erano vicine a un movimento franoso e abbiamo deciso di metterli in sicurezza. Anche a Voltri una frana in salita Biagi, faremo un sopralluogo questa mattina per capire come intervenire. E' possibile che si creino nelle prossime ore celle temporalesche capaci di riversari grandi quantità di acqua in poche ore. Situazione che potrebbe verificarsi non solo a Genova ma in tutta la Liguria. I terreni sono particolarmente intrisi di acqua visto le piogge delle ultime ore e i rischio frane e piccoli smottamenti non è da escludere, per questo serve la massima attenzione. Prosegue il monitoraggio costante di torrenti e rivi della città".  

4.10 - Nelle ultime ore sul centro della regione si è sviluppata una linea temporalesca d'intensità tra forte e molto forte con associate grandinate e intensa attività elettrica: la struttura, inizialmente stazionaria sulla Valpocevera, si è in seguito spostata lentamente verso ovest-nordovest per un rinforzo della ventilazione sudorientale, andando a interessare il Ponente Genovese e il relativo entroterra.

In conseguenza di tali precipitazioni è transitata sul Polcevera una portata di morbida associata a un livello idrometrico massimo ampiamente al di sotto dei limiti di guardia, mentre si stanno registrando modeste risposte idrologiche dei corsi d'acqua del Ponente Genovese (T. Varenna, T. Leira).

Attualmente si segnala una estesa e intensa struttura temporalesca sul Mar Ligure in rapido movimento verso la costa di Centro-Ponente (parte orientale della zona A, parte occidentale della zona B).

Visto il carattere temporalesco delle precipitazioni associate a tali strutture, si segnalano possibili risposte improvvise e repentine del reticolo idrografico minore, comprese le reti di drenaggio urbano, nonché allagamenti nelle aree urbane più depresse. Nel frattempo sugli estremi della regione sono iniziate precipitazioni diffuse d'intensità tra debole e moderata sulla zona A, debole sulla zona C.

Sul Centro-Levante si registra un rinforzo dei venti da est, sudest (a Framura vento medio di 48 km/h da sudest con raffiche fino a 72 km/h alle 03:40).

- IL QUADRO DELL'ALLERTA:

ZONA A: ARANCIONE FINO ALLE 15 DI OGGI LUNEDÌ 29 OTTOBRE, POI GIALLA FINO ALLE 18.

ZONE B - D: ROSSA FINO ALLE 17.59 DI OGGI LUNEDI' 29 OTTOBRE, POI GIALLA FINO ALLE 23.59.

ZONA C: ARANCIONE FINO ALLE 11.59 DI OGGI, LUNEDÌ 29 OTTOBRE, POI ROSSA FINO ALLE 23.59

ZONA E: ROSSA FINO ALLE 17.59, POI GIALLA FINO ALLE 23.59

- LE ZONE DI RIFERIMENTO

A: Lungo la costa da Ventimiglia fino a Noli, l’intera provincia di Imperia, la valle del Centa

B: Lungo la costa da Spotorno a Camogli comprese, Val Polcevera e Alta Val Bisagno

C: Lungo la costa da Portofino fino al confine con la Toscana, tutta la provincia della Spezia, Valfontanabuona e Valle Sturla

D: Valle Stura ed entroterra savonese fino alla Val Bormida

E: Valle Scrivia, Val d'Aveto e Val Trebbia

- LE PREVISIONI

LUNEDI’ 29 OTTOBRE: Fin dalla prime ore della notte piogge in intensificazione a partire da Ponente (zone ABD) in estensione alle restanti zone con intensità ovunque forte e valori cumulati elevati. Alta probabilità di temporali o rovesci anche forti; non si escludono fenomeni organizzati e persistenti. Venti tra Sud-Est e Sud-Ovest in rinforzo fino a 70-80km/h, localmente 90km/h su C con raffiche oltre i 100- 110km/h. Mareggiata intensa su tutte le coste.

MARTEDI’ 30 OTTOBRE: In mattinata piogge residue sul Levante con cumulate fino a significative su C. Venti da SudOvest 50-60km/h con raffiche di burrasca; mareggiare residue sulle coste di BC.

Commenti


I NOSTRI BLOG

zeneize tomorrow
Grif House
Samp Place