CRONACA

Lavori dopo alluvione 2011, a Monterosso quattro arresti per tangenti

martedì 13 gennaio 2015

La Guardia di Finanza della Spezia ha arrestato quattro persone per tangenti (circa 220mila euro) relative ai lavori di ripristino dell’alluvione del 2011.


LA SPEZIA - Il Gruppo della Guardia di Finanza della Spezia ha arrestato quattro persone per tangenti, che ammonterebbero nel giro di denaro in circa 220mila euro, relative ai lavori di ripristino dell’alluvione del 2011.

Le indagini sono state svolte dalla locale Procura della Repubblica, finalizzata a constatare fenomeni illeciti nella gestione dei fondi pubblici stanziati per i lavori di somma urgenza, eseguiti nel comune di Monterosso al Mare, in provincia della Spezia, a seguito dell’alluvione del 25 ottobre 2011.

Le indagini hanno evidenziato forti anomalie relative alla costruzione, nell’alveo del torrente Pastanelli, delle cd. “briglie selettive”, opere di miglioramento idraulico volte ad attenuare il rischio in caso del ripetersi di eventi alluvionali.

"I politici che prendono mazzette sono squallidi e schifosi ma la responsabilità della politica è a monte: non aver creato un sistema trasparente e semplice in cui non ci sia possibilità di equivoci". Così il premier Matteo Renzi ha commentato nelle stesse ore durante la presentazione del libro 'Corruzione a norma di legge' di Giorgio Barberi e Francesco Giavazzi.

Commenti


I NOSTRI BLOG