SPORT

Contestazione in atto, ma la trattativa con Cellino e ferma. Spunta una cordata genovese

La Gradinata Nord non molla, ma Preziosi a chi deve vendere?

giovedì 08 giugno 2017

Una parte della tifoseria, quelli della Gradinata Nord non hanno cambiato idea. Vogliono che il presidente del Genoa Enrico Preziosi ceda il Genoa. Così dopo lo striscione apparso al Wtc di Sampierdarena la notte scorsa è apparso un altro striscione, al Ferraris con su scritto: Vendi, non ti vogliamo. E’ chiaro che c’è una strategia delineata da parte degli ultra’ rossoblu’ contro l’attuale presidenza del Grifone.


GENOVA -  Una parte della tifoseria, quelli della Gradinata Nord non hanno cambiato idea. Vogliono che il presidente del Genoa Enrico Preziosi ceda il Genoa. Così dopo lo striscione apparso al Wtc di Sampierdarena la notte scorsa è apparso un altro striscione, al Ferraris con su scritto: Vendi, non ti vogliamo.

E’ chiaro che c’è una strategia delineata da parte degli ultra’ rossoblu’ contro l’attuale presidenza del Grifone. Dopo qualche settimana di silenzio, la contestazione ha ripreso forza con messaggi chiari lanciati ogni giorno in un punto diverso, da ponente a levante della città. C’è stata una tregua solo dopo la salvezza della squadra e fino a quando è apparso chiaro che la trattativa con Massimo Cellino, che pure non entusiasmo molti tifosi rossoblu’ che si esprimono sui social di Primocanale, si è arenata. Ora spunta un’altra cordata, fatta di imprenditori genovesi interessati ad entrare nel club con una quota lasciando a Preziosi la maggioranza. E il patron del Genoa sta valutando questa possibilità che pero’ è ancora nebulosa. Intanto a Londra sarebbe risultato negativo il nuovo contatto con Cellino ma secondo alcune fonti sempre nella capitale inglese Preziosi incontrerà nei prossimi giorni un nuovo soggettt interessato al Genoa. La Nord, che ha ricominciato ad esprimere il suo dissenso e le proprie preoccupazione per un futuro pieno di punti di domanda, non si fida, anche se lo stesso Preziosi con responsabilità è pronto ad andare avanti da solo.

Commenti



I NOSTRI BLOG