CRONACA

Il pm ha aperto un fascicolo d'inchiesta

Giallo a Vezzano Ligure, ritrovato in un'officina il cadavere di un uomo

marted́ 06 febbraio 2018
Giallo a Vezzano Ligure, ritrovato in un'officina il cadavere di un uomo

VEZZANO LIGURE -  E' giallo a Vezzano Ligure. Un uomo di 51 anni, Fabio Cozzani, è stato ritrovato morto questa mattina all'interno di un'officina di Buonviaggio. A scoprire il cadavere dell'uomo sono stati i dipendenti arrivati sul posto di lavoro intorno alle 8. Sul cranio del 51 enne è presente una ferita lacero contusa.

 

L'uomo con sè aveva il cellulare e altri oggetti personali. La sua macchina è stata ritrovata poco distante dall'officina. Sulla carrozzeria sono presenti i segni di un incidente. Secondo gli investigatori, l'uomo si stava togliendo gli abiti bagnati per indossare una divisa da operaio recuperata proprio all'interno del capannone.

Sul posto sono intervenuti, oltre al personale sanitario, anche i carabinieri della Spezia. Sul luogo del ritrovamento è arrivato nel corso della mattinata anche il pm incaricato. Immediatamente è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo

Il primo esame esterno del corpo svolto dal medico legale non ha sciolto i dubbi: sulla testa sono state ritrovate due ferite compatibili con una caduta accidentale o con un colpo inferto, ma gli investigatori dei carabinieri per ora non escludono nessuna pista, eccezion fatta per la rapina e il suicidio. Sarà l'autopsia, che si svolgerà probabilmente giovedì mattina, a svelare le cause della morte e a dire qualcosa di più sulla dinamica e sulle ultime ore di vita dell'uomo, il cui decesso risalirebbe attorno alla mezzanotte precedente.

Tanti i punti ancora da chiarire: l'uomo sarebbe stato visto lunedì sera attorno alle 20.30 proprio a poche centinaia di metri dall'autofficina di Buonviaggio, dai militi della pubblica assistenza intervenuti in quella zona dopo la segnalazione di un incidente. L'uomo si trovava fuori dalla sua autovettura, una Fiat Multipla adagiata contro il guard rail forse a seguito di un incidente, ma all'arrivo dei carabinieri aveva già fatto perdere le sue tracce, tanto che i militari si sono visti costretti a far trasportare la macchina nella stessa officina dove, qualche ora dopo, il cinquantenne ha trovato la morte il cinquantenne.

Più tardi l'uomo, probabilmente dopo aver aggirato la recinzione dell'ingresso principale dell'autofficina, una volta entrato all'interno del capannone avrebbe tentato di liberarsi dei vestiti bagnati dalla pioggia e di indossare una tuta da lavoro trovata all'interno.

Commenti


I NOSTRI BLOG