CRONACA

G8 Diaz, l'urlo delle vittime dopo la sentenza: "Questa Ŕ giustizia"

mercoledý 19 maggio 2010
G8 Diaz, l'urlo delle vittime dopo la sentenza:

GENOVA -

Genova - Un urlo di sollievo si è levato nell'aula del Tribunale di Genova mentre i magistrati leggevano il dispositivo della sentenza di secondo grado riguardo ai fatti avvenuti alla scuola Diaz durante il G8 di nove ani fa

Erano le grida dei numerosi stranieri presenti in aula, tedeschi e inglesi in particolare, vittime dell'assalto di quella notte.Il giornalista inglese Mark Covell ha detto: " E' una sentenza sensazionale che restituisce forza e coraggio a tanti italiani e stranieri che durante il G8 hanno subito delle ingiustizie, sono stato picchiati, torturati, imprigionati"

Heidi Giuliani, la mamma di Carlo, il ragazzo ucciso in uno scontro tra poliziotti e civili, in piazza Alimonda, commenta che "il sorriso di Zulkhe è stata la risposta migliore alla sentenza

Avere una risposta di giustizia fa sempre piacere in questo paese"

Zulkhe è la ragazza tedesca fotografata in barella all'uscita della Diaz dopo il pestaggio e la cui immagine finì nella copertina dell'inchiesta della procura

Dopo ore di attesa ieri in tarda serata la Corte d'appello ha ribaltato la sentenza di primo grado e ha condannato anche i vertici della Polizia di Stato, infliggendo in totale circa 85 anni di reclusione

In totale sono stati condannati 25 imputati sui 27

Il capo dell'anticrimine Francesco Gratteri è stato condannato a quattro anni, l'ex comandante del primo reparto mobile di Roma Vincenzo Canterini a cinque anni, l'ex vicedirettore dell'Ucigos Giovanni Luperi a quattro anni, l'ex dirigente della Digos di Genova Spartaco Mortola a tre anni e otto mesi, l'ex vicecapo dello Sco Gilberto Caldarozzi a tre anni e otto mesi

Altri due dirigenti di polizia, Pietro Troiani e Michele Burgio, accusati di aver portato le molotov nella scuola per giustificare l'irruzione, sono stati condannati a tre anni e nove mesi.

Commenti



I NOSTRI BLOG