CRONACA


Fiammata a Porto Petroli, Cellerino: "E' la dimostrazione che il rischio Ŕ sempre presente"

venerdý 10 agosto 2018



GENOVA -  Grande paura questa mattina al Porto Petroli di Genova a causa di una fiammata improvvisa partita in fase di saldatura da alcuni operai che stavano lavorando su una tubatura della Iplom. “Questo incidente fa riflettere – spiega Gian Piero Cellerino del comitato Multedo per l’ambiente -. Chi lavora e fa queste operazioni è sicuramente un gruppo di persone preparate ed esperte. E se è successo comunque un fatto come questo è la dimostrazione che l’imponderabile è sempre presente”.

E dal rappresentante del comitato di quartiere che da mesi si muove per mettere al centro dell’attenzione i problemi e i rischi ambientali che ogni giorni corrono i cittadini di Multedo arriva un invito a fare in modo che i rischi siano sempre meno: “La responsabilità di chi opera e svolge queste tipologie di lavori è fare in modo di minimizzare i rischi”.

La preoccupazione tra i cittadini del quartiere del ponente genovese è sempre molto alta e fatti come quelli di questo venerdì, fortunatamente concluso senza gravi danni, non fanno altro che aumentare l’incertezza e la paura.

Dal punto di vista della sicurezza bisogna lavorare ancora moltissimo – spiega ancora Cellerino -. Chi lavora in questo settore deve fare agire per evitare rischi. Ma l’esperienza ci insegna che certe situazioni sono imponderabili”.

Commenti


I NOSTRI BLOG