CRONACA

Il convegno al palazzo della Borsa

Ecobonus e sismabonus, ecco i vantaggi con la piattaforma Ance-Deloitte

lunedì 12 febbraio 2018

Oltre duecento persone hanno partecipato al convegno al Palazzo della Borsa di Genova organizzato dall’associazione dei costruttori edili, per conoscere i dettagli della piattaforma “Ance-Deloitte” che ha l’obiettivo di facilitare l’utilizzo dell’ecobonus e del sismabonus, risolvendo il problema della liquidità dei condomini e delle imprese, per gli interventi di ristrutturazione collegati al risparmio energetico e alla messa in sicurezza degli edifici.


GENOVA -  Oltre duecento persone hanno partecipato al convegno al Palazzo della Borsa di Genova organizzato dall’associazione dei costruttori edili, per conoscere i dettagli della piattaforma “Ance-Deloitte” che ha l’obiettivo di facilitare l’utilizzo dell’ecobonus e del sismabonus, risolvendo il problema della liquidità dei condomini e delle imprese, per gli interventi di ristrutturazione collegati al risparmio energetico e alla messa in sicurezza degli edifici.

Il convegno, organizzato in collaborazione con i professionisti e le associazioni dei condomini, aveva due finalità su tutte, come spiegato dal presidente di Ance Genova Filippo Delle Piane: “Credevamo molto nella giornata di oggi perché gli sgravi previsti dalla legge di stabilità sono uno strumento potente. Ma da una parte devono essere conosciuti e spiegati, dall’altra è necessario che lo sgravio – per essere tradotto in liquidità – sia ‘commerciato’ da soggetti che non hanno la capienza sufficiente in termini dei credito di imposta”.

“Ecobonus e sismabonus sono strumenti efficaci – ha spiegato Flavio Monosilio, direttore del Centro Studi Ance che illustrato le nuove opportunità in campo - la tecnica è quella del sostenimento dell’investimento di un miglioramento statico o energetico a fronte di un contributo che è deducibile dalle tasse dell’investitore. La novità importante è che nei casi dei condomini questo credito può essere ceduto, offerto come pagamento alle imprese che realizzano gli interventi, con la possibilità per le stesse imprese di cedere a loro volta i crediti a soggetti in grado in acquisirli, creando un effetto virtuoso che consenta al singolo condomino di effettuare un intervento senza un cospicuo investimento finanziario. La condizione è che ci siano soggetti in grado di acquisire questi crediti. Noi come Ance abbiamo cercato di trovare questi soggetti, li abbiamo identificati in una piattaforma di cessione dei crediti fiscali, insieme a Deloitte, partner di livello internazionale, che consentirà di monetizzare questi incentivi, in modo da creare le condizioni per una diffusa utilizzazione dello strumento”.

“Questa piattaforma consente di monetizzare immediatamente il credito d’imposta, dando una possibilità concreta di intervenire nei centri storici, spesso obsoleti” ha aggiunto Rudy Girardi, vicepresidente nazionale di Ance.

“E’ importantissima l’affluenza di oggi – ha aggiunto Sarah Zotti, vicepresidente Ance Genova – Era importante fare rete, mettersi a sistema, per accedere a questi finanziamenti. I nostri tecnici spiegano come si possa accedere alla piattaforma che è stata messa in campo. I professionisti hanno un grandissimo ruolo per coordinare e fare analisi serie ed approfondite. Ci vuole fiducia, l’auspicio è che i condomini si fidino perché il nostro sistema di imprese è serio e sicuro, e l’obiettivo è realizzare quella rigenerazione urbana, spesso utilizzata come slogan, ma poi non utilizzata realmente”.

“La collaborazione con associazioni come Ance è fondamentale – ha spiegato l’assessore comunale Matteo Campora – grazie a questa tipologia di credito fiscale, possiamo recuperare il patrimonio abitativo, sia quello pubblico che quello privato”.

Commenti


I NOSTRI BLOG