SPORT

Danni per 100 milioni

Da Tavecchio a Ventura che flop, ma il disastro del calcio italiano ha mille colpevoli

di Giovanni Porcella

luned́ 13 novembre 2017
Da Tavecchio a Ventura che flop, ma il disastro del calcio italiano ha mille colpevoli

MILANO - L'Italia del calcio conosce la pagina più nera da 60 anni a questa parte. La Nazionale non va ai mondiali e il ct genovese Giampiero Ventura ha mille responsabilità perché essere sbattuti fuori dalla Svezia non ha giustificazioni.

Certo non è girata bene, soprattutto a Milano, ma ora, dopo le lacrime di Buffon, imprecazioni dei tifosi, dal presidente federale Tavecchio a Ventura e a tutto il carrozzone azzurro bisogna presentare il conto. E mercoledì è annunciato il vertice a Roma: si attendono dimissioni in massa

Il calcio di un paese come ltalia è importante per mille ragioni e quindi bisogna ripartire facendo piazza pulita, modificando le regole del gioco dei nostri campionati, pretendendo investimenti in infrastrutture e settori giovanili.

Certo solo 2 anni fa uscivamo a testa alta dall'Europeo battuti dalla Germania solo ai rigori e quindi il disastro chiama in causa soprattutto Ventura incapace di gestire gli azzurri e colpevole con la Svezia di scelte incomprensibili come quella di lasciare fuori Insigne.

Purtroppo il calcio è pure lo specchio del paese e dopo due mondiali senza accedere agli ottavi stavolta a giugno ce ne stiamo a casa. Il danno economico, 100 milioni diretti, e di immagine è enorme. Ripartire da queste macerie sarà dura perché c'è bisogno di gente seria al comando. Ma si troveranno?

Commenti



I NOSTRI BLOG