SPORT

Emozione e gioia per i piccoli tennisti che sono scesi in campo

Coppa Davis: i bimbi giocano con gli azzurri a Palazzo Ducale

mercoledý 04 aprile 2018



GENOVA - “Per passione ho scelto il tennis, è il mio sport”

Alla classica domanda “Che sport fai?” generalmente la maggior parte dei bimbi risponderà con “calcio” o “danza”. Ma a Genova, in realtà, c’è una grande tradizione di tennisti: che sia per hobby o per il sogno di diventare campioni, sono tanti i giovani genovesi che hanno scelto racchetta e un campo di terra rossa.

Si è visto all'evento di presentazione per la Coppa Davis organizzato martedì: il porticato di Palazzo Ducale si è trasformato in un gigantesco campo in erba sintetica dove piccole promesse di tutte le età hanno potuto giocare assieme ai maestri e alcuni fortunati sono riusciti addirittura a fare qualche passaggio con gli azzurri. "Io credo sia stata una grande festa", ha commentato entusasta Ilaria Cavo, assessore allo sport di Regione Liguria. "Una festa dello sport, del tennis e dei campioni che hanno saputo trasmettere passione ai più piccoli".

Un pomeriggio all'insegna dello sport e del divertimento per bimbi tra i 6 e gli 11 anni circa: alcuni giocano già da qualche anno, altri hanno appena iniziato. Nessuno, però, esita a mettersi in gioco tant'è che presto molti si sfideranno al Torneo Ravano.

“Io gioco da settembre ma sono più bravo di lui che gioca da due anni”, scherza un giovane alle prime armi assieme al suo compagno di corso.

Tra gli ingredienti per la giornata, oltre ad un pizzico di sana competizione, una buona dose di risate: quattro misteriosi "campioni" che con le loro racchette in legno si sono impossessati del campo in attesa di essere spodestati da Fabio Fognini e Andreas Seppi. Gli autori dello sketch sono quattro giovani appassionati, in realtà, che hanno partecipato a tantissimi tornei giovanili e giocano a tennis fin da bambini, anche se non rinunciano ad una partita di calcetto con gli amici.

Ma l’attenzione del pubblico è solo per gli azzurri: dopo averli visti giocare, i bimbi si lanciano alla ricerca di un autografo, assediando i loro atleti preferiti. Anche se c’è qualcuno che ammette di preferire Roger Federer!

E con la Coppa Davis alle porte, c’è chi crede che l’Italia abbia le possibilità per fare bene e magari per vincere. “Ci potranno essere delle sorprese, ma in senso positivo”, è la speranza di tutti. Intanto, biglietti prenotati per godersi il match dal vivo.

Commenti


I NOSTRI BLOG