POLITICA

All'attuale sindaco l'incarico di coordinare il centrosinsitra

Comunali a Genova: cresce Sibilla. E Doria si ritira, presto l'annuncio

di Luca Russo

mercoledì 14 dicembre 2016

Nel caos totale verso le elezioni comunali genovesi del 2017 nella galassia del centro sinistra crescono le quotazioni di un nome che potrebbe mettere molti (non certo tutti ) d’accordo. E’ quello di Carla Sibilla attuale assessore alla cultura e al turismo del comune di Genova, 58 anni.


GENOVA - Nel caos totale verso le elezioni comunali genovesi del 2017 nella galassia del centro sinistra crescono le quotazioni di un nome che potrebbe mettere molti (non certo tutti ) d’accordo.

E’ quelli di Carla Sibilla attuale assessore alla cultura e al turismo del comune di Genova. 58 anni, già direttore generale di Costa Edutainment, amministratore delegato di Incoming Liguria e presidente di Convention Bureau, la Sibilla è manager che ha saputo valorizzare Genova in un momento non facile e che in questi giorni è protagonista dei preparativi per gli eventi natalizi e del prossimo capodanno. E’ senza tessere di partito, avrebbe incontrato già l’appoggio della sinistra che si riconosce in Cofferati, è legata al sindaco uscente Doria e riscontra un ottimo consenso nella borghesia progressista genovese.

Carla Sibilla potrebbe quindi ben incarnare quel candidato di centrosinistra in grado di abbracciare tutte le anime. Tutte a parte l’ala renziana guidata da Simone Regazzoni, unico candidato uscito allo scoperto e pronto a dare battaglia anche su questo nome.

Con la Sibilla, l’attuale sindaco Doria si farebbe così da parte non ricandidandosi, ma avocando a sé il ruolo di coordinatore di questa alleanza tra Pd e le altre anime della sinistra come sembrano volere la maggioranza dei notabili locali da Terrile allo stesso Rossetti.

L’obiettivo è ovviamente quello di cercare di mantenere Genova ed evitare sul capoluogo ligure l’effetto Toti o l’effetto Cinquestelle. Impresa che si presenta più che difficile, quasi impossibile. Intanto si muove anche l’ala dei dissidenti i famosi 300 reduci del vecchio Pci: a fine settimana ci sarà un incontro romano tra Claudio Montaldo e i bersaniani. E il consenso sulla Sibilla potrebbe crescere ancora.

Ma in ogni caso il suo nome non riuscirebbe sulla carta a riunificare tutte le anime del partito ora davvero dentro un tritacarne.

Commenti



I NOSTRI BLOG