SPORT

Parla il centrocampista da nove anni in rossobl¨

Cofie e i suoi nove anni al Genoa: "Far˛ la mia parte"

lunedý 17 luglio 2017
Cofie e i suoi nove anni al Genoa:

GENOVA - "Mi son zeneize". E se anche è nato ad Accra in Ghana nel 1991 un po' genovese Isaac Cofie lo è davvero considerato che tra giovanili e prima squadra sono nove anni che veste la maglia rossoblù con intervalli in prestito in giro per l'Italia.

E allora quando pronuncia queste parole dal ritiro di Neustift anche lui sorride, ma in fondo sa di essere davvero un po' un veterano di questi colori.

"Sono contento di essere ancora al Genoa dopo nove anni spero di continuare ancora. Stiamo preparando la prossima stagione, stiamo ponendo buone basi dalla tecnica alla tattica - sottolinea il centrocampista rossoblù - Quest'anno ci sono tanti giocatori che già c'erano l'anno scorso. E questo è importante. Stiamo lavorando per correggere gli errori che hanno provocato gli errori dell'anno scorso".

A centrocampo la concorrenza è aumentata e potrebbe aumentare ancora se si concretizasse l'affare Cecchini o Mandragora, ma Isaac Cofie non si scompone e affronta tutto con il sorriso quel sorriso che gli ha dato la serenità nei momenti difficili della scorsa stagione.

"E'arrivato anche Bertolacci - racconta - è un giocatore di qualità e ci darà una grande mano, conosce bene il sistema di gioco del mister e sarà un bene per tutti".

Poi una riflessione sul tecnico rossoblù. "Juric quest'anno parla meno, ma osserva di più - osserva - È attento ai piccoli particolari. Sulla fase difensiva sta aggiungendo ulteriori dettagli, vuole che ci si muova in maniera ancora più compatta".

Questa squadra sta predendo centimetri, ma serve anche carattere e allora ci si compiace del ritorno dai pali dopo l'infortunio di Mattia Perin.

"Perin è un vecchio amico, ma anche Lamanna lo è. Con il primo ho vinto uno scudetto Primavera con il secondo sempre con la Primavera ho vinto la Coppa Italia. E' un ppiacere stare con loro".

Sarebbe bello poter dire che si può vincere qualcosa anche con la prima squadra, ma Cofie e il suo sorriso sono concreti. "Prima pensiamo a salvarsi poi si vedrà" e via in campo per l'allenamento pomeridiano sul campo di Neustift finalmente illuminato da un po' di sole.

Commenti



I NOSTRI BLOG