CRONACA

Smottamento a Certosa. A Santo Stefano quartiere ancora senza gas

Casarza, la frana ripresa in diretta. In val di Magra altre case evacuate

venerd́ 13 aprile 2018



GENOVA - Continuano in Liguria i disagi dovuti alla pioggia battente degli ultimi giorni. Mentre a Santo Stefano di Magra nove famiglie sono ancora isolate per il crollo di una strada e una palazzina è stata fatta evacuare per ragioni di sicurezza, a Genova e nel Tigullio si sono verificate altre frane e smottamenti.

Tragedia sfiorata a Bargonasco, frazione di Casarza Ligure, nell'entroterra di Sestri Levante: una grossa fetta di collina è franata all'alba e ha travolto ilcapannone industriale della IML, industria di lavorazioni meccaniche in via Farina. Il fronte è lungo 60-70 metri per 25-30 metridi altezza. L'edificio è stato distrutto per un'area di circa 600 metri quadrati. È successotutto intorno alle 5 del mattino, quando nessuno si trovava all'interno. Ora l'intera fabbrica risulta inagibile. Sul posto i vigili del fuoco e il sindaco di Casarza.

L'azienda occupa 67 lavoratori che sono tornati a casa essendo l'area impraticabile. A quanto risulta, la frana avrebbe danneggiato una parte del fabbricato dove si trovano alcune vasche usate per il raffreddamento dei metalli. Il sindaco Giovanni Stagnaro ha fatto un sopralluogo e sta firmando una ordinanza di sgombero dell'area, che è privata: "Abbiamo intenzione di prendere contatti con la Regione per capire se sia possibile intervenire con la cassa integrazione straordinaria per i dipendenti" ha spiegato. "Purtroppo - ha aggiunto - è una situazione grave ed è un peccato perchè l'azienda si stava riprendendo dopo una crisi e aveva ottenuto alcune buone commesse". In giornata il sindaco dovrebbe incontrare anche il titolare dell'azienda.

Paura anche a Genova Certosa, in via del Castelluccio, per uno smottamento che ha fatto crollare il muro di contenimento della strada che serve numerose palazzine. I vigili del fuoco di Bolzaneto sono intervenuti sul posto e hanno verificato che non ci sono problemi di stabilità per gli edifici. Per questo nessun abitante è stato evacuato. La via però è stata chiusa al traffico e l'accesso è consentito unicamente ai pedoni.

Resta grave la situazione anche a Stanto Stefano Magra dove 25 persone sono isolate a causa di una frana caduta in via Canova. "La strada è letteralmente sparita, ci sono ancora nove famiglie isolate – ha raccontato il sindaco di Santo Stefano Magra Paola Sisti -. Insieme alla Regione ci siamo attivati per permettere attraverso un sentiero boschivo di raggiungere queste persone”. In totale si parla di 25 persone rimaste senza gas che “hanno comunque deciso di restare nella propria abitazione” spiega ancora il primo cittadino di Santo Stefano Magra. Per questa ragione il Comune ha predisposto una misura di consegna pasti. Secondo quanto riferito da Acam, l’azienda che si occupa nella zona della fornitura delle rate gas, la situazione potrebbe tornare alla normalità tra le giornate di sabato e domenica.

Nel frattempo i geologi hanno svolto le analisi tecniche sulla frana e hanno rilevato i continui movimenti del costone. Per questa ragione una palazzina con tre nuclei familiari è stata fatta evacuare. Nello stesso stabile è presente anche un'attività produttiva. "I danni provocati dal maltempo sono ingenti - spiega ancora il sindaco Sisti-. Per riportare il tutto alla normalità quantifichiamo una spesa minima di non meno di 200mila euro. Con la Regione ci siamo già mossi per avviare le pratiche necessarie".     

Galleria fotografica


Commenti


I NOSTRI BLOG

zeneize tomorrow
Grif House
Samp Place