CURIOSITà

La storia di Domenico

Badalucco, l'ultimo fabbricante di pipe

giovedý 04 dicembre 2014

"Le piante ligure erano le migliori, ma nessuno pi¨ le raccoglie". In Italia a tagliare la radica sono rimaste 4 ditte, solo due in Liguria, quella del signor Domenico e del cugino che opera lontano qualche chilometro.


BADALUCCO - Questo è il tempio di un’arte che la famiglia Giordano porta avanti da due secoli, da 50 anni a Badalucco. Parola d’ordine radica erborea di erica, elemento insostituibile per pipe di qualità assoluta.

Oggi il signor Domenico, con il giovane genero e i collaboratori, commercia in oltre 13 paesi a livello internazionale ma l’eccellenza del lavoro qui si fa sul grezzo: "Le piante ligure erano le migliori, ma nessuno più le raccoglie". In Italia a tagliare la radica sono rimaste 4 ditte, solo due in Liguria, quella del signor Domenico e del cugino che opera lontano qualche chilometro. A Badalucco ogni mese lavorano 200 quintali di materiale con forniture che arrivano da Toscana, Francia, Spagna e Marocco dove ancora la radica vanno a recuperarla a differenza della Liguria, terra che fino a qualche decennio fa rappresentava la qualità più elevata. E quando chiedi quale sia il processo o il passaggio più delicato della lavorazione, qui non hanno dubbi: "La ricerca".

In mezzo al laboratorio, la stufa che asciuga poi l’esposizione delle creazioni e fuori la prosecuzione di un iter tanto artigianale, quanto preciso al dettaglio per portare anche nel settore della pipe la Liguria e Badalucco e nel mondo.

Commenti



I NOSTRI BLOG