CRONACA

Illustrati i comportamenti da tenere in caso di calamità

'Io non rischio', sabato e domenica gli stand della Protezione Civile nelle piazze di Genova

venerd́ 13 ottobre 2017



GENOVA -  Come comportarsi in caso di alluvione, terremoto o maremoto? Sarà questo il tema al centro di 'Io non rischio', la giornata nazionale di sensibilizzazione sui rischi naturali promossa dal Dipartimento della Protezione Civile che si tiene anche a Genova oltre che alla Spezia, Savona, Imperia. In concomitanza con i Giochi Europei Paralimpici Giovanili che si disputano nel capoluogo ligure la campagna dedicherà un focus alle possibili difficoltà dei diversamente abili durante un'emergenza ambientale. L'iniziativa è stata presentata stamani a Palazzo Tursi dal consigliere comunale delegato alla Protezione Civile Sergio Gambino con i volontari del 'Gruppo Genova' e le realtà associative.

In sette gazebo sparsi per Genova i volontari distribuiranno e illustreranno ai passanti 12 mila volantini sui rischi alluvione, terremoto e maremoto a cui potrebbe seguire il pericolo incendi e frane. 'Io non rischio', campagna nata nel 2011 su iniziativa dell'Associazione pubbliche assistenze, è diventata una giornata nazionale promossa dalla Protezione Civile passando da nove piazze italiane coinvolte nella prima edizione alle 700 dell'anno scorso. Più di 900 mila cittadini sono stati contattati.

"Informeremo sulle buone pratiche di protezione civile - sottolinea l'assessore Gambino - e per la prima volta i partecipanti potranno vivere le esperienze legate alla disabilità motoria, uditiva e visiva, per comprendere le difficoltà di un diversamente abile in caso di emergenza". Durante la giornata sarà possibile visitare la mostra 'Dialogo nel Buio' dedicata ai non vedenti davanti al Galata Museo del Mare al prezzo ridotto di 5 euro e per i partecipanti che visiteranno i cinque gazebo di 'Io non rischio' dedicati ai disabili è previsto un biglietto d'ingresso omaggio fino a esaurimento posti.

Commenti



I NOSTRI BLOG