CRONACA

A Macaia prima parte di un'intervista inedita a Roberto D'Alessandro

'I testimoni', alle 22:30 incomincia il racconto dei 35 anni di Primocanale

di Franco Manzitti

lunedì 09 gennaio 2017

Nell’anno del 35esimo compleanno di Primocanale all’interno di Macaia ripercorreremo la storia di Genova e della Liguria vissuta e raccontata proprio dalla nostra tv nella rubrica ‘I Testimoni’. Primo ospite Roberto D’Alessandro che a Franco Manzitti in questo stralcio racconta come - con una telefonata di Craxi - diventò presidente del porto di Genova nel 1984. Rivedremo poi una parte di un’intervista del 1986. Appuntamento questa sera alle 22.15. Ecco un estratto


GENOVA - Incomincia la narrazione di cosa sono stati questi 35 anni di cronaca e spesso anche di storia  che Primocanale può documentare con il suo archivio di immagini, un giacimento senza eguali.

E si incomincia con Roberto D'Alessandro, il presidente del Cap (allora si chiamava così) dal 1984 al 1989, il manager di origine genovese e carriera internazionale che rivoluzionò il porto genovese, facendolo uscire da un suo Medioevo di condizionamenti politici, di paralisi economica, preparando la strada alla privatizzazione, vera svolta per lo sviluppo.

In una intervista inedita, la prima in assoluto da quando ha lasciato il suo incarico sulle banchine genovesi, D'Alessandro racconta quegli anni straordinari del suo arrivo in una città molto diversa da quella di oggi, in un porto pubblico “separato da un muro non solo geografico, ma anche psicologico, economico” dal resto del contesto urbano.

Il testimone D'Alessandro rievoca come la sua nomina sia stato un “motu proprio” di Bettino Craxi, il presidente del Consiglio, segretario del Psi, nel momento di maggior fulgore di quell'uomo politico e come l'establishment genovese avesse accolto la novità del manager.

La strategia per cambiare, modernizzare, far svoltare il porto furono i famosi “libri blu”, il piano con il quale si aggredirono conservatorismi, antichi sistemi di mediazione e gli storici monopoli delle banchine. Grazie a una squadra di manager scelti in tutta Italia D'Alessandro costituì un gruppo di società per ogni ramo di attività portuale.

Nell'intervista, di cui incominceremo a vedere i primi stralci nella puntata di questa sera a “Macaia”, sfilano personaggi leggendari di questa storia, come Paride Batini il console dei camalli, come il cardinale Giuseppe Siri che “mediò” un durissimo conflitto tra il Cap di D'Alessandro e la Culmv di Batini.

L'intervista al testimone è arricchita ovviamente da “pezzi pregiati” dell'archivio di Primocanale, che hanno a che fare con le vicende portuali e si riferiscono ad altri personaggi contemporanei di D'Alessandro e dell' epoca d'oro in cui il manager condusse il porto.

L'intero colloquio con lo storico presidente, avvenuto nella cornice della sua residenza, in un paradisiaco giardino di Portofino, sarà anche integralmente trasmessa sul canale 12 di Primocanale, che con il 2017 è diventato lo straordinario palcoscenico sul quale si srotoleranno quotidianamente i 35 Anni di Primocanale.

Questa settimana in onda su Primocanale alle 22.30; martedì alle 8.45 e alle 18.45; mercoledì ore 20.15; giovedì ore 15; sabato ore 20 e domenica ore 18.45.

Commenti



I NOSTRI BLOG