CURIOSITà

L'accrdo o marca un ponte turistico tra Zena e o Levante

guio de Zena, arriva ento neuvi pesci da-o padiggion Expo do Kuwait

marted 03 novembre 2015

An sghindou a poela pe unna stissa i pesci che da lExpo apea finio Milan arrivian lguio de Zena. Se parla de ento bestie tra losci, scorpene e mormoe che inti meixi pass favan bella mostra into padiggion do Kuwait.


GENOVA - An sghindou a poela pe unna stissa i pesci che da l’Expo apeña finio à Milan arrivian à l’Æguäio de Zena. Se parla de çento bestie tra loäsci, scorpene e mormoe che inti meixi passæ favan bella mostra into padiggion do Kuwait.

Co-o serrâse da manifestaçion, i òspiti de vasche s’en attrovæ sbrattæ. Coscì l’é arrivou l’accòrdio tra o Comun de Zena, o Kuwait e Costa Edutainment. Un regallo che nisciun s’aspëtava, ma de seguo originale e apprexou.

I pesci, tra-i ciù boin do Mediterranio, vegnian tegnui in quaranteña lontan da-i euggi di vixitatoî, e dapeu espòsti inte vasche dedicæ. A conlaboraçion co-o Kuwait a veu ëse ascì un scangio turistico. L’intençion a l’é quella de portâ pubrico à Zena da-o Levante, comme previsto da-a strategia d’internaçionalizzaçion portâ avanti da l'Æguäio inti urtimi anni.

O Mazen Alansari, direttô do padiggion Kuwait, o l’à commentou coscì: “A donaçion a l’é sorviatutto pe-i zoeni, co-a speransa ch’a ghe fasse vegnî coæ de vixitâ o nòstro Paise”.

VERSIONE ITALIANA

Sono sfuggiti alla padella per un pelo i pesci che dall'Expo appena concluso a Milano arriveranno all'Acquario di Genova. Si tratta di cento animali tra branzini, scorfani e mormore che nei mesi scorsi facevano bella mostra nel padiglione del Kuwait.

Con la chiusura della manifestazione, gli ospiti delle vasche si sono trovati sfrattati. Così è arrivato l'accordo tra il Comune di Genova, il Kuwait e Costa Edutainment. Un regalo inaspettato, ma di sicuro originale e apprezzato.

I pesci, tra i più buoni del Mediterraneo, verranno tenuti in quarantena lontano dagli occhi dei visitatori, e poi esposti in vasche dedicate. La collaborazione con il Kuwait vuol essere anche uno scambio turistico. L'obiettivo è quello di portare pubblico a Genova dal Medio Oriente, come previsto dalla strategia di internazionalizzazione portata avanti dall'Acquario negli ultimi anni.

Mazen Alansari, direttore del padiglione Kuwait, ha commentato così: "La donazione è soprattutto per i giovani, con l'augurio che faccia venir voglia di visitare il nostro Paese".

Commenti



I NOSTRI BLOG